Il Grande Baco causerà danni per più di 50 miliardi di dollari

firewallSicurezza

Non è una ipotesi da fantascienza. Una grande organizzazione potrebbe causare danni enormi immettendo in rete un baco devastante.

Virus e bachi informatici sono una cosa seria. I danni che provocano sono molti e difficile è difendersi contro i loro attacchi. La grande velocità con cui si propagano nella rete è il loro punto di forza. Spesso, quando scatta l’allarme, sono già capitati grossi guai. Un massiccio attacco delle reti informatiche potrebbe far parte dei piani di alcuni gruppi terroristici. Per questo motivo esistono pool di esperti che lavorano alla simulazione di scenari di questo tipo. L’ultimo descrive una situazione catastrofica, veramente da Baco del Millennio. E’ frutto dello studio di Nicholas Weaver e Vern Paxson, ricercatori specializzati nella sicurezza delle reti, che lavorano presso l’International Computer Sciente Institute, gruppo no profit associato alla Università di Berkeley, in California. Secondo loro non è da escludere un attacco alla rete informatica molto più grande di quelli registrati finora. Una sorta di Grande Baco che metterebbe fuori uso, in pochi secondi, nei soli Stati Uniti, e nel solo comparto business, 50 milioni di computer. Per fare un paragone: MSBlast, l’ultimo worm di una certa importanza, mise fuori uso 8 milioni di computer. I danni immediati provocati da questo ipotetico Grande Baco sarebbero di oltre 50 miliardi di dollari. Quelli a medio e lungo termine non si possono quantificare. Uno scenario inquietante. Non tranquillizza certo il fatto, rilevato dagli stessi ricercatori, che un baco di tale fattura potrebbe essere immesso nella rete solamente da una entità con grandi risorse, ad esempio uno Stato. Forse è proprio questo il lato più preoccupante dello scenario.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore