Il Grande Firewall cinese resisterà alle Olimpiadi di Pechino?

Marketing

Il Cio internazionale chiede di abbatterlo: i giornalisti devono essere messi in grado di coprire l’evento libertà, ma la censura piace ai cinesi secondo Pew Internet. Wikipedia festeggia i dieci milioni di articoli, ma rimane uno dei siti più osteggiati dal Partito Comunista cinese

Wikipedia ha una lunga storia di On/Off con la Cina: più off che on, a dire il vero, bloccata, riaperta, ri-fermata. Una storia che ha messo sempre l’accento sulla censura made in China.

L’avvicinarsi delle Olimpiadi di Pechino, con le vicissitudini della fiamma olimpica, le minacce di boicottaggio e la tragedia del Tibet, ripropone la questione all’ordine del giorno: il Cio internazionale chiede alle autorità di Pechino di abbattere il Grande Firewall, la Grande Muraglia virtuale della censura online cinese, che impedisce ai cybernavigatori cinesi di vedere le foto di TienAnMen su Flickr o i video sul Tibet su YouTube oppure i blog su Technorati.

Wikipedia intanto festeggia i dieci milioni di articoli, ma rimane uno dei siti osteggiati dal Partito Comunista cinese.

Nel frattempo serpeggia il dubbio che la Cina onori davvero il contratto di ospitalità che Bejing ha dovuto firmare quando ha accettato il ruolo di ospite delle Olimpiadi: togliere i Firewall della fortezza Web cinese, per permettere ai giornalisti di essere messi in grado di coprire l’evento in totale libertà, è una scommessa ancora non vinta. Gizmodo ha espresso perplessità .

Anche perché le risposte ufficialmente date dagli utenti cinesi a Pew Internet and American society a proposito della censura, sono troppo in sintonia con il

governo cinese

: più dell’80 per cento degli interrogati ha detto di essere d’accordo sulla supervisione esercitata su Internet e l’85 per cento approva che sia il governo a controllare il Web. Se controllori e controllati concordano che la censura sia ok, il Grande Firewall avrà forse vita più lunga del previsto. E non si farà intimidire dalle prossime Olimpiadi.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore