Il manager degli U2 chiede un P2p crackdown

CyberwarSicurezza

Nubi fosche si addensano sul Peer to peer in Europa: il manager della band chiede agli Isp maggiore collaborazione per arrestare i download illegali

Il Midem è balzato agli onori della cronaca per la bufala di Qtrax . Mall’evento di Cannes si parla anche di cose serie.

Il Peer to peer illegale sembra inarrestabile, mentre si assiste al crollo delle vendite dei Cd . Enuovi moniti e richieste arrivano dall’industria discografica in affanno, nonostante la cresvita della musica digitale legale.

Il manager degli U2 chiede un P2p crackdown. Ma soprattutto chiede agli Isp di diventare cybercop della Rete, di vigilare e collaborare contro la pirateria musicale.

Paul McGuinness, il manager degli U2, ha dichiarato al Midem di Cannes che il file sharing illegale vive alle spese dei gruppi musicali.

Il manager degli U2 ripete che chi ruba un’auto viene arrestato (per la cronaca, non succede ovunque). Gli Isp dovrebbero condividere i ricavi con i musicisti, e in cambio fare i cybercop sulla Rete per tutelare il diritto d’autore in Rete.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore