Il Marketplace secondo il Politecnico di Milano

E-commerceMarketing

Il caso di TileSquare, piazza virtuale della Ceramica di Sassuolo

Il Marketplace è stato il tema di un recente convegno organizzato a Milano dallAssociazione Impresa Politecnico. Scopo della giornata di studi era capire – sulla base dei casi presi in considerazione – quale ruolo può avere nel B2B italiano la piazza virtuale. Lindagine, condotta su uno specimen di 124 Marketplace, comprendeva anche 64 interviste con i principali intermediari del settore. Tra questi, anche Andrea Melioli, amministratore delegato di TileSquare, la piazza virtuale di tipo collaborativo B2B verticale, relativa al distretto industriale della Ceramica di Sassuolo. La ricerca del Politecnico ha definito le principali caratteristiche di business model dei Marketplace italiani. Il 65% sono indipendenti, il 12% è legato allimpresa, l11% fa riferimento a unassociazione, un 5% è di natura consortile e il 4% ha una banca come soggetto imprenditoriale. Incrociando i dati sulla dinamica imprenditoriale con quelli sulla compagine azionaria, lindagine ha inoltre evidenziato che i Marketplace indipendenti sono quelli più a rischio, per via della mancanza di asset autentici, in grado di fare la differenza in fatto di valore, su cui basare poi il proprio modello di business. Analizzato da Andrea Rangone, del Dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico, il caso di TileSquare ha dimostrato di avere superato la soglia di criticità e di essere quindi a tutti gli effetti un ambiente di lavoro sell side e anche un punto di incontro virtuale per gli operatori del comparto ceramico di Sassuolo

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore