Mercato dei tablet in Italia

AziendeDispositivi mobiliMarketingMercati e FinanzaMobilityWorkspace
Tablet in crescita

Il mercato dei tablet corre a tripla cifra anche in Italia. Ma l’effetto sostituzione è limitato. Anche se Apple iOS domina, i Cio sono alla ricerca di un sistema operativo che offra maggiori funzionalità ed usabilità

La School of Management del Politecnico di Milano ha lanciato il nuovo Osservatorio New Tablet & Business Application che ha condotto due ricerche, da cui emerge che il mercato dei tablet corre a tripla cifra. Il mercato dei New Tablet cresce a tre cifre (+347%) e le aziende ritengono che questi nuovi dispositivi avranno un’ampia diffusione anche nel business: per quasi 9 aziende su 10 si affiancheranno agli Smartphone e, per alcune attività, prenderanno il posto dei PC portatili.

Quasi tre CIO (Chief Information Officer) italiani su quattro hanno già introdotto o stanno introducendo i dispositivi New Tablet nella propria organizzazione: il 47% li ha già adottati e il 27% li adopererà nel futuro. Gli Executive e i C-Level li hanno già (55%) o li avranno in futuro (38%), il personale di Vendita un po’ già li usa (17%) ma soprattutto li riceverà (74%) nel prossimo futuro.

Secondo Assinform-NetConsulting, la previsione è di circa 1,5 milioni di dispositivi venduti entro la fine del 2011 in Italia. I tablet piacciono perché sono multitouch, “always on”, ultra mobili.

Quasi 9 CIO su 10 (88%) ritengono che i New Tablet andranno ad affiancarsi agli Smartphone, mentre nel caso dei Notebook emerge la previsione di un effetto sostituzione (ma limitatamente ad alcuni dipendenti): quasi il 90% dei CIO intervistati ritiene, infatti, che i New Tablet, per alcuni dipendenti, prenderanno il posto dei PC portatili.

I New Tablet sono, a oggi, principalmente nelle mani di Executive e C-Level, che nel 55% dei casi li utilizzano già e nel 38% dei casi li riceveranno in futuro”, spiega Paolo Catti, Responsabile della Ricerca dell’Osservatorio.

Il personale di Vendita, inoltre, ad oggi li sta adottando solo nel 17% dei casi, ma li riceverà nel prossimo futuro nel 74% dei casi. Più della metà delle aziende intervistate (55%) ha già fornito (10%) o fornirà (45%) ai propri Manutentori i dispositivi New Tablet, mentre i Trasportatori li riceveranno solo nel 27% dei casi (il 3% ha già introdotto i New Tablet, mentre il 24% lo farà in futuro). Sul mercato sono ancora pochi i dispositivi New Tablet capaci di soddisfare le richieste funzionali – principalmente in termini di resistenza ed usabilità in condizioni “estreme” – indispensabili per alcune specifiche figure professionali.

Sul fronte dei sistemi operativi, il mercato offre attualmente alcune alternative (iOS, Android, Blackberry, Windows 7 in attesa di Windows 8) e, nonostante Apple iOSdomini nel mercato tablet , meno di un CIO su quattro dichiara di aver identificato un unico sistema operativo di riferimento per il prossimo futuro, lasciando quindi la porta spalancata anche ad altri sistemi e a relativi dispositivi.

Metro su un tablet Windows 8
L'interfaccia Metro su un tablet Windows 8
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore