Il mercato del database cresce sensibilmente

Workspace

Secondo l’analisi fornita dalla società Gartner, il mercato del database è
cresciuto lo scorso anno del 14.2% raggiungendo un fatturato superiore a 15
miliardi di dollari.

E’ considerato da molti osservatori un mercato oramai maturo. Sta di fatto che i l mercato mondiale dei database nel corso del 2006 ha registrato una crescita del 14.2%, con un fatturato di ben 15.2 miliardi di dollari. E’ quanto emerge dalle rilevazioni effettuate da Gartner. In testa al comparto si consolida Oracle che detiene poco più del 47% delle quote di mercato con un giro d’affari di 7.2 miliardi di dollari, seguita da Ibm con uno share del 21.1% e un fatturato di 3.2 miliardi, incalzata da Microsoft al terzo posto, che nel periodo guadagna una crescita superiore al 28% e si attesta al 17.4%, pari a 2.65 miliardi di dollari. Da questi dati si evince che l’intero settore è saldamente in mano a questi tre player, i quali, complessivamente rappresentano poco più dell’85%. La restante percentuale del mercato mondiale dei database è suddivisa tra Sybase e Teradata. Nell’analisi di Gartner si sottolinea l’avanzamento di Linux a scapito di Unix e il consolidamento della piattaforma Windows. Le piattaforme più importanti e popolari nell’ambito dei running database software, a detta degli analisti, rimangono comunque Unix e Windows.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore