Il mercato della musica digitale è in salute

Workspace

Da qui al 2010 la musica online è destinata a moltiplicare l’attuale giro d’affari

Il boom del download e della musica digitale in abbonamento è destinato a proseguire fino al 2010. Emerge da una ricerca firmata da In-Stat, secondo la quale il mercato di tutta la musica su Internet raggiungerà nel 2010 la quota di 10.7 miliardi di dollari contro 1,5 miliardi di un anno fa. Anche la pirateria musicale continuerà a crescere a ritmo sostenuto. Il giro d’affari di download e della musica digitale in abbonamento sorpasserà quello delle vendite di Cd sul Web dall’anno prossimo. Nel segmento dei jukebox musicali, prosegue inoltre l’ascesa di iTunes ai danni di RealNetworks, anche se Windows Media Player mantiene il comando. I dati di quest’altro studio sono di Nielsen/NetRatings: Windows Media Player a gennaio ha registrato 71,1 milioni di utenti contro i 60.8 milioni di un anno. L’incremento della base utenti di iTunes è tale che il jukebox di Apple è passato a 18.6 milioni dai 5,4 milioni del 2005. RealPlayer invece è passato da 28,2 milioni di utenti a 28,7 milioni (ma manel 2004 ne registrava 28,6 milioni). Sulla media temporale spesa sul software, vince infine iTunes con un’ora e 51 minuti, contro i 46 minuti di RealPlayer e Windows Media Player.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore