Il mercato Pc cala, per la prima volta in sei anni

Workspace

Idc fotografa una leggera flessione dello 0,4 percento, a causa della debole economia mondiale. La crescita dei notebook è dimezzata. Netbook a quota 5 milioni di unità vendute nel trimestre: 10 milioni dal debutto. Tra i vendor, corrono Acer e Toshiba

Per la prima volta la recessione e la debolezza economica a livello globale hanno un vero impatto sul mercato Pc. Secondo la società di analisi Idc, il mercato Pc con 77,3 milioni di unità consegnate cala, per la prima volta in sei anni: si tratta di una lieve flessione, dello 0,4% rispetto al 2007, ma del 2,5% rispetto al terzo trimestre: è il segnale che l’hi-tech nel 2009 può essere vittima della crisi economica (come già hanno ammonito Gartner e Forrester Reserch ).

Dopo sei anni di crescita a cifra doppia (a una media del 15%), il mercato Pc cala, nonostante i netbook low-cost e le promozioni natalazie. Idc parla anche del controverso effetto di Windows Vista: ma Windows 7 (in Beta 1) si avvicina a grandi passi.

Anche la crescita dei notebook (che secondo iSuppli hanno sorpassato i desktop) risulta dimezzata: dal 40% dei primi tre trimestri del 2008, al 20% dell’ultimo quarter. I netbook o mini-notebook hanno raggiunto i 5 milioni di unità vendute, raggiungendo la quota di 10 milioni dal debutto.

Tra i Top vendor, Hp tiene saldamente lo scettro con un incremento del 3,1%: ma i più forti sono il numero tre Acer in crescita del 25,3% e il numero cinque Toshiba in crescita del 20,2%; invece, il numero due Dell ha registrato il declino più evidente, al 6,3%; Lenovo, in quarta posizione, ha messo a segno la seconda peggiore flessione del 4,8%.

In un contesto in cui la crisi economica sembra associarsi, nel mercato mondiale dei PC, ad un calo della domanda, Acer prevede che “il proprio margine operativo nel corso del 4Q08 rimanga agl i stessi livelli registrati nel terzo trimestr e”. E aggiunge: “La cautela con cui i canali di vendita stanno valutando se mantenere il proprio stock oltre la fine dell’anno, non ha comportato conseguenze sulla domanda di prodotti Acer, che si è mantenuta stabile”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore