Il mercato Telco si consoliderà in Europa

AziendeMarketingNetworkProvider e servizi Internet
Il mercato Telco verso il consolidamento
0 0 Non ci sono commenti

Potrebbe aprirsi una fase di consolidamento del mercato Tlc che potrebbe toccare l’Italia, il Regno Unito, il Belgio e i Paesi nordici. Le ipotesi di M&A nelle Telco

Il Wall Street Journal (Wsj) ha scritto che l’accordo tra Telefonica e Royal KPN potrebbe costituire l’alba di una fase di consolidamento fra gli operatori del mercato Telco europeo, visto che le Tlc in Europa sono francamente treoppe anche secondo il commissario all’Agenda digitale, Neelie Kroes.

A giugno Vodafone ha acquisito Kabel Deutschland per 7,7 miliardi di euro. Poi è seguito il matrimonio di O2 (di Telefonica) e E-Plus di KPN, che combinano una base clienti che supererà i 32.4 milioni di Vodafone e i 37 milioni di Deutsche Telekom (ma senza sorpasso sui ricavi). Infine, si guarda all’italiana Telecom Italia, che – sebbene sia calato (momentaneamente?) il sipario sull’operazione 3 Italia, la controllata italiana di H3G – ha ricevuto il primo ok sullo scorporo della rete, preludio a un eventuale takeover nelle Telco (in pole position sarebbe l’americana AT&T, ma potrebbe riaprirsi un tavolo proprio con H3G). Perfino Fastweb della svizzera Swisscom (che ha subìto la perdita del Ceo Carsten Schloter, trovato morto nella sua abitazione), secondo precedenti indiscrezioni di Bloomberg, potrebbe essere nel mirino di Vodafone, sempre più interessata ad unire il fisso col Mobile: ma queste sono voci prive di conferma. Secondo il Wsj, potrebbero riannodarsi trattative tra Hutchinson Whampoa (H3G) e Telecom Italia, o verificarsi una svolta con Wind. Nulla è sfumato, e tutto è in divenire nel mercato Telco, secondo il Wsj.

In questo scenario non stupisce che si apra una fase di consolidamento che potrebbe toccare l’Italia, il Regno Unito, il Belgio e i “Nordics”, secondo il prestigioso Wsj. La riduzione dei profitti, il calo del valore azionario e la forte concorrenza rendono i takeover nelle Telco altamente probabili, in un mercato Telco affollato di player ma diviso. Dal canto suo, il commissario UE Neelie Kroes ha sposato la battaglia per varare nuove regole e per una nuova competitività transnazionale, proprio in vista di un eventuale consolidamento del comparto. Kroes cerca di superare le frontiere fra Tlc per arrivare a un mercato unico. Secondo l’ex Commissario Ue per la concorrenza la UE sta perdendo competitività rispetto a USA, Giappone e Sud Corea in velocità e qualità della banda larga mobile, ed ha bisogno di un mercato unico delle comunicazioni cellulari entro il 2015. Oggi la frammentazione impedisce un’economia di scala alle grandi Tlc europee, da Telefonica a Vodafone fino a France Telecom. Perché se sul 4G, l’Europa ha rallentato, è sul 5G che si giocherà la vera partita.

Update: Telecom Italia in rialzo del 2,9%, sulle voci di riapertura del dossier con H3G.

Il mercato Telco verso il consolidamento
Il mercato Telco verso il consolidamento
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore