Il Millennium Dome non sarà un parco dellhi-tech

Network

Bloccate, almeno per il momento, le trattative con Legacy che voleva trasformare il parco dei Docks londinesi in una cittadella della scienza

Il progetto per trasformare il Millennium Dome in un grande campus hi-tech, ha subito un forte rallentamento dopo la decisione del governo britannico di riaprire il negoziato con le altre parti interessate allacquisto del parco. La Legacy, che aveva offerto 125 milioni di sterline per lacquisto della struttura londinese, si vede così imporre lo stop dal comitato ministeriale presieduto da John Prescott. La prossima settimana lagenzia governativa incaricata della vendita, pubblicherà i nuovi criteri ai quali dovranno attenersi le parti interessate. Molti ministri si erano detti favorevoli a mantenere il Dome come una struttura turistica e questa potrebbe essere la principale ragione della marcia indietro del Governo britannico. Pierre Yves Gerbeau, uno dei boss del nightclub Ministry of Sound, è il più probabile candidato alla successione a Legacy, soprattutto dopo il grande successo del rave organizzato da Ministry lo scorso Capodanno. Gerbeau ha già fatto conoscere i suoi piani per riaprire molte zone desposizione e utilizzare il venue come grande sala di concerti per la notte. Lagenzia del Governo ha tenuto a precisare che la decisione non segna la fine dei rapporti con Legacy, ma molti osservatori sono concordi nel ritenere molto difficile una prosecuzione del progetto hi-tech dopo questo stop.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore