Il ministero delle Comunicazioni indaga sulla privacy nelle Tlc

Autorità e normativeSorveglianza

Nel frattempo Agcom informa la commissaria Ue sull’accesso alla rete fissa

Lo scandalo delle intercettazioni telefoniche che nelle ultime settimane ha travolto come un ciclone Telecom Italia, finisce sotto indagine. A condurla sarà il Ministero delle Comunicazioni. Il Ministero intende fare chiarezza,indagando sulla tutela della Privacy nell’ambito delle comunicazioni e accertando s e e fin dove, nelle TLC italiane, siano state rispettate le indicazioni del Garante della Privacy. L’inchiesta ministeriale dovrà verificare se, da parte delle Tlc e operatori, sono ottemperati i provvedimenti del Garante della privacy del 15 dicembre 2005 e del 20 settembre 2006. Ma Telecom Italia è sotto osservazione anche in un altro settore: l’accesso alla rete fissa. Agcom ha informato la commissaria Ue, Viviane Reding, sull’avvio del confronto con Telecom Italia che ha al centro il tema dell’accesso alla rete fissa. Il p residente Calabrò infatti vuole ?definire le condizioni funzionali e organizzative per il miglioramento della trasparenza delle condizioni di accesso alla rete fissa nella prospettiva dello sviluppo delle reti di nuova generazione ?.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore