Il ministro Brunetta spinge il Voip targato Microsoft nella Pa

Autorità e normative

Il Voice over Ip o telefonia su Internet taglierà i costi della Pubblica Amministrazione. Brunetta sceglie il Voip di Microsoft

La Pa risparmierà al telefono con il Voip di Microsoft. Il ministro Renato Brunetta promuove il Voip targato Microsoft nella Pa, per tagliare i costi della Pubblica Amministrazione.

Brunetta aveva già mostrato un anno fa le tre best practice tra Microsoft e Pa : il secondo progetto aveva fatto sbarcare la telefonia su Internet (Voip) all’Università di Roma Tre, equipaggiata con un sistema di telefonia VoIP in grado di produrre risparmi del 70%. Poi toccherà all’ateneo de La Sapienza.

Scriveva eWeek Europe : “Passa da rapporti ai massimi livelli istituzionali e progetti-pilota, la strategia di Microsoft per la conquista della Pubblica Amministrazione italiana. Nello scorso agosto, era stato firmato un protocollo d’intesa con il ministero per la Pa e l’Innovazione, volto ad avviare alcune attività in settori nei quali il big americano si sente particolarmente forte e pronto a diffondere le proprie tecnologie”.

Adesso Microsoft e il ministro rilasciano qualche dettaglio in più:

“Microsoft Italia svilupperà dimostrazioni delle soluzioni agli enti della pubblica amministrazion e e a società private che ne faranno richiesta”; inoltre, “il Centro di Competenza completa gli impegni assunti con la firma del protocollo d’intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l’Innovazione e Microsoft Italia, ed è stato realizzato grazie alla disponibilità dell’Università di Roma Tre, agli investimenti ed alle tecnologie messe a disposizione da Microsoft Italia senza oneri per il Ministero e in virtù della collaborazione con numerose altre società italiane: Nortel, Telecom Italia, HP, Filippetti, Gecom, Nextiraone, IFM Infomaster, Plantronics, Tandberg, Lanservice, Seltatel, Selex, Olidata“.

L’unico ostacolo vero è però tuttora l’infrastruttura, oberata da un cronico Digital divide: il ministro Brunetta ha denunciato che la banda larga in realtà è solo “larghetta”. Troppo poco per portare il Voip nella Pa e per l’ambizioso progetto E-gov 2012 . Ma il Ministro si sbilancia: “In breve tempo arriveremo a 5 mega“.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore