Il mondo IT si mobilita per aiutare le vittime del sisma in Nepal

NetworkProvider e servizi Internet
La mobilitazione del mondo IT per il Nepal, dopo il terremoto
3 1 Non ci sono commenti

Le aziende hi-tech si mobilitano per aiutare le popolazioni del Nepal colpite dal tragico terremoto, che conta più di 5 mila vittime e un milione di senza tetto

Il terribile terremoto in Nepal con magnitudo 7.8 conta già oltre 5 mila vittime, ma si dice che alla fine il numero potrebbe salire a 10 mila morti, una vera ecatombe. I senzatetto sono un milione. Anche il mondo IT si mobilita per aiutare le vittime del sisma.

La mobilitazione del mondo IT per il Nepal, dopo il terremoto
La mobilitazione del mondo IT per il Nepal, dopo il terremoto

Google, che sull’Everest ha perso un ingegnere di  Project X, Dan Fredinburg, ha lanciato il suo Person Finder per aiutare le persone a determinare chi è salvo fra coloro presenti nell’area colpita dal sisma o da un altro disastro. Gli utenti di Person Finder possono dire se “cercano qualcuno” o se “hanno informazioni su qualcuno.”

Il Ceo di Facebook, Mark Zuckerberg, ha attivato Safety Check, la funzionaltà che permette a chi si trova in aree colpite da disastri, di far sapere ad amici e familiari, che stanno bene. “Quando succedono disastri, le persone hanno bisogno di sapere se sono salve le persone che amano” Zuckerberg ha scritto doenica. “È in momenti come questi che connettersi, fa la differenza“. Attraverso una pagina ad hoc di Facebook, è possibile effettuare donazioni.

Microsoft è scesa in campo, donando un milione di dollari e tagliando il costo delle chiamate in Nepal tramite Skype.

Il sito USGS («United States Geological Survey») monitora le attività sismiche sul pianeta.

La mobilitazione ha già mobilitato la Croce Rossa, l’Unicef e molte altre organizzazioni umanitarie e filantropiche. I numeri di telefono da chiamare per donare, sono: ad Agire,  45591; all’Unicef, 45596. Per i bambini del Children Village l’Iban è DE73517624340069569706, causale Children Village.

Ubisoft ha lanciato il Nepal Region Earthquake Fund in collaborazione con la Croce Rossa canadese.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore