Il multilivello di Extreme Networks

NetworkProvider e servizi Internet

Con l’architettura two-tier Aspen gli switch voice-class acquistano scalabilità e sicurezza

L’esigenza delle reti attuali, condivisa da tutti i principali operatori di settore, è quella di supportare voce, dati e video. Per rispondere a questa necessità Extreme Networks ha deciso di puntare su macchine capaci di garantire le migliori soluzioni tecnologiche, pur attraverso un approccio modulare. Il design dei nuovi switch permette così di aggiungere con facilità ulteriori porte PoE (Power over Ethernet) mediante blade o moduli di alimentazione, evitando quindi di dover installare interi switch supplementari. Nascono proprio ispirandosi a queste caratteristiche gli switch ad alte prestazioni Aspen 8800, che rendono disponibili le capacità voice-class alla periferia della rete e sfruttano i vantaggi dell’architettura two-tier di Extreme Networks. I clienti possono creare reti convergenti aperte e capaci di supportare facilmente nuove applicazioni come il traffico voce, raggiungendo, con un semplice design, livelli di disponibilità pari al 99,999%, oltre a un superiore grado di sicurezza. Ma uno dei principali vantaggi, come spiega il Country Manager Southern Europe Roberto Pozzi, è legato all’Asic programmabile che caratterizza i prodotti della famiglia. Grazie a questa soluzione, infatti, il “cuore” del prodotto può essere modificato in qualsiasi istante, migliorandone ulteriormente le capacità di integrazione a fronte di qualsiasi esigenze futura. Inoltre, grazie all’architettura two-tier, è possibile ridurre il numero dei livelli di rete e degli elementi di switching, favorendo una riduzione del Total Cost of Ownership. Un vantaggio ulteriormente p o t e n z i a t o dall’adozione di un sistema o p e r a t i v o Open Source, completamente sviluppato nei laboratori di Extreme Networks (che investe il 15% del proprio fatturato in ricerca e sviluppo), in grado di facilitare l’integrazione con le soluzioni sviluppate dai partner dell’azienda americana. La garanzia di un’affidabilità di altissimo livello, come spiega lo stesso Pozzi, non nasce solo da soluzioni ridondate e dal rispetto dei comuni sistemi di sicurezza, ma Extreme Networks ha scelto soprattutto di aggiungere una serie di funzionalità innovative, per rendere praticamente invulnerabili i propri sistemi. Per questa ragione il sistema operativo, modulare e altamente disponibile, ExtremeWare XOS è ulteriormente potenziato dall’implementazione di Extreme Networks Ethernet Automatic Protection Switching (EAPS), l’unico protocollo dedicato all’elasticità del traffico voce su reti LAN. In tal modo è possibile eseguire costantemente, e direttamente sul backbone, il backup di tutti i dati. Grazie a questa funzionalità, anche in caso di caduta della connessione, il ripristino avviene immediatamente e gli utenti, durante un colloquio telefonico, non si rendono conto dell’accaduto. Una delle funzionalità più interessanti è inoltre Clear Flow, grazie alla quale lo switch rileva direttamente la presenza di pacchetti anomali, che potrebbero far presupporre un tentativo di attacco. In tal modo la sonda di controllo viene utilizzata solo in caso di effettiva necessità, in quanto lo switch opera come una sorta di prefiltro, risolvendo buona parte dei problemi di traffico interno. Per garantire un maggior livello di sicurezza, anche il sistema operativo XOS è modulare.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore