Il nuovo Amazon Kindle offre una via di uscita alla crisi della stampa

Management

Amazon svelerà il nuovo lettore e-book il 9 febbraio. Quotidiani come il New York Times cercano nuove vie per compensare la flessione delle entrate pubblicitarie

Il 9 febbraio Amazon lancerà solo negli Usa il nuovo Kindle, la seconda generazione dell’e-book reader e spera che possa diventate nel mercato dei libri digitali l’equivalente dell’iPd nella musica digitale. Il paragone con l’iPod non è casuale: il Kindle ha venduto nel primo anno mezzo milioni di esemplari, il 32% in più del lettore musicale di Apple nei primi 12 mesi. Kindle compete con l’e-book reader di Sony.

Il New York Times auspica che il nuovo Amazon Kindle possa veramente spopolare, in modo da aiutare la stampa Usa, in crisi, a compensare la flessione delle entrate pubblicitarie, a causa della recessione. Il New York Times, infatti, punta sull’informazione a pagamento: anche a pochi centesimi come su Kindle, oppure con altre forme di introiti. Ad aiutare i giornali ad uscire dal tunnel, potrebbe infine essere lo stesso Google News, finora accusato di aver “rovinato” la stampa tradizionale. Si dice che Google potrebbe, in un prossimo futuro, decidere di condividere parte dei proventi d i Google News con i produttori di contenut i.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore