Il nuovo server Primergy RXI600 di Fujitsu

NetworkReti e infrastrutture

Fujitsu Siemens Computers presenta Primergy RXI600, un sistema basato
sul processore Intel Itanium2 a 64 bit.

Il nuovo sistema è un rack server a 64 bit e quattro vie. La piattaforma Itanium2 del server Primergy RXI600, grazie da un’architettura a 64 bit totalmente compatibile con l’hardware a 32 bit, mette a disposizione una base ideale per la crescita futura. L’architettura del nuovo processore a 64 bit di Itanium2 è stata sviluppata per supportare le grandi software house indipendenti. Il lancio di Microsoft Windows Server 2003 64-bit Edition e la disponibilità della versione a 64 bit di Microsoft SQL Server favoriranno una maggior diffusione dei sistemi basati su Itanium2 all’interno del mercato dei server di fascia alta. Oltre alle soluzioni software di maggiori dimensioni, come le applicazioni ERP (Enterprise Resource Planning) che sfruttano le nuove caratteristiche prestazionali del processore Itanium2, potranno essere messe a punto soluzioni complete a 64 bit per i diversi scenari di calcolo business-critical. II nuovo server Primergy RXI600, grazie alle sue caratteristiche tecniche, si rivolge principalmente al segmento dei grandi clienti, di cui soddisfa le esigenze tipiche in ambienti applicativi come database, business intelligence e data warehousing, offrendo nel contempo spazio di crescita per sviluppi futuri. Questo sistema, posizionato nella fascia alta del mercato server, assicura alle applicazioni vantaggi prestazionali significativi grazie alla propria capacità di indirizzare linearmente le risorse RAM fino a 64 bit. Un’altra area nella quale spiccano le caratteristiche architetturali di questo nuovo modello è il segmento dei server back-end che risiedono a cavallo tra i sottosistemi storage e le reti LAN di server applicativi. Il server Primergy RXI600, include le funzionalità di sicurezza, affidabilità e alta disponibilità tipiche degli altri modelli Primergy, rappresentando quindi una piattaforma ideale per questi scenari applicativi. Questa tecnologia innovativa può soddisfare anche le aspettative più elevate in termini di potenza di elaborazione, ottimizzazione dell’utilizzo della capacità storage, livelli di throughput e affidabilità hardware, arrivando a garantire un picco significativo nelle performance delle varie componenti dell’infrastruttura IT complessiva. In particolare, il nuovo server RXI600 è indicato anche per le applicazioni mid-tier che richiedono caratteristiche peculiari del processore Intel Itanium2 nell’elaborazione di enormi quantità di dati: ad esempio i modelli di calcolo degli investimenti o l’estrazione e l’analisi di dati provenienti da database di grandissime dimensioni. Anche le applicazioni di sicurezza per la cifratura e decifratura dei dati possono trarre notevoli vantaggi dalla nuova tecnologia del processore adottata dai server Primergy RXI600. Il grande numero di utenti che utilizza la tecnologia hpc (High-Performance Computing) per applicazioni tecniche complesse può ottenere ulteriori benefici dall’aumentata potenza di calcolo dei processori Itanium2 e dalla particolare rispondenza ai modelli CAE (Computer Aided Engineering) di grandi dimensioni. La totale compatibilità binaria dei sistemi appartenenti alla Itanium2 IPF (Intel Processor Family) con l’hardware a 32 bit permette di far girare senza problemi sui sistemi RXI600 il software già esistente. Lo speciale IA32 Execution Layer che Microsoft renderà disponibile a breve promette di ottimizzare la velocità di elaborazione delle applicazioni a 32 bit.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore