Il P2p scopre la legalità

AccessoriWorkspace

iMesh va a pagamento e Gnab si avvicina. Finisce un’era?

Sta forse per tramontare il concetto di peer to peer come sinonimo di illegalità, e file sharing come sinonimo di pirateria musicale. Dopo la sentenza della Corte Suprema contro Grokster in Usa e quella contro Kazaa in Australia, il P2p sta per cambiare volto. Innanzitutto, Bertelsmann AG è prossima al lancio del Napster legale: si chiamerà Gnab e sarà un servizio per il download legale di brani musicali. È infine di ieri la notizia della conversione di iMesh a servizio a pagamento. A guidare il nuovo corso di iMesh è l’ex presidente di Sony Music Robert Summer.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore