Il Padrino

Management

?Sei chiacchiere e distintivo…Sei solo chiacchiere e distintivo!?

Il Padrino è un gioco su licenza ispirato all’omonima e spettacolare serie cinematografica realizzata da Francis Ford Coppola, considerata uno dei capolavori della storia del cinema. Il gioco è sceneggiato in modo da riprendere la storia soprattutto del primo dei tre film, intrecciandosi con le scene più memorabili della pellicola. La fedeltà al soggetto cinematografico è ben riuscita e durante la narrazione è piuttosto frequente imbattersi in personaggi della saga perfettamente riprodotti in una grafica tridimensionale o addirittura assistere a scene di intermezzo estrapolate direttamente dal film, per quanto il protagonista non sia però uno dei personaggi originali, ma uno nuovo creato ad hoc. Meno brillante si rivela invece la giocabilità, non tanto per effettive carenze tecniche, quanto per la scarsa originalità. Il gioco rivela infatti spiccate similitudini con il celebre ?Grand Theft Auto? a partire dal sistema di controlli (è consigliabile munirsi di un joypad) e finendo con la visuale in terza persona. Anche ne Il Padrino potrete muovervi liberamente per la città, in questo caso la New York degli anni ?50, rubare automobili, accettare missioni legate alla storia principale o ad altre opzionali o girovagare per la metropoli in cerca di avventura. L’influenza della serie di Rockstar si nota fin troppo, tanto che il Padrino non rivela alcuna originalità. L’unico elemento particolare è l’inserimento, all’interno di una struttura collaudata, di una serie di elementi a tema malavitoso. Il modello di gioco si regge infatti sul codice del ?rispetto?, ovvero sul potere della propria famiglia, i Corleone. Questo potere va consolidato raccogliendo il pizzo dai negozianti, controllando vari racket, attaccando membri delle altre famiglie e portando a termine missioni punitive nei confronti di chi ?manca? di rispetto al Don. Su questo schema si sovrappone infine una manciata di elementi tipici dei giochi di ruolo, come la possibilità di potenziare le caratteristiche del proprio personaggio di livello in livello. Il Padrino è un insieme di elementi complessivamente riuscito ma non privo di difetti, in primis il senso di deja-vu e l’eccessiva monotonia degli ambienti. Si tratta comunque di un gioco che riesce a catturare discretamente lo spirito del film, ma che non compie il salto di qualità decisivo che solo uno stile di gioco originale e convincente al cento per cento consentirebbe. In poche parole si tratta di un buon gioco per chi non si è stancato dei cloni di GTA, ma difficilmente diventerà un classico come la pellicola a cui si ispira.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore