Il Parlamento Europeo vota contro la pirateria

NetworkProvider e servizi Internet

La Commissione Europea ha accolto con favore il voto del Parlamento
Europeo a favore di una direttiva che rafforza globalmente i diritti di
proprietà intellettuale e industriale, in tutte le forme possibili. si
tratti di diritto d’autore, marchi di fabbrica, disegni, modelli o
brevetti.

Secondo la Direttiva, passata con 330 voti contro 151 a sfavore, gli stati membri dovranno applicare rimedi efficaci dissuasivi e proporzionati contro colore che esercitano la pirateria, in modo da armonizzare le legislazioni nazionali sull’applicazione delle relative norme e delle misure di prevenzione, rendendo possibile uno scambio di informazioni tra le autorità delle diverse nazioni e agevolare e rendere più efficace la lotta alla contraffazione ed alla pirateria; si baserà sulle ‘best practice’ di almeno uno degli stati membri. Secondo la direttiva, che sarà ritenuto colpevole di contraffazione e pirateria dovrà affrontare sanzioni civili, mentre è decaduta la perseguibilità penale. La Commissione Europea aveva presentato la proposta di direttiva il 30 gennaio 2003. La direttiva passerà ora al vaglio del Consiglio dei Ministri. La Commissione spera che, grazie ad una stretta collaborazione con il Parlamento e il Consiglio, la Direttiva possa entrare in vigore a partire dal prossimo aprile. A questo punto i paesi membri avrebbero due anni di tempo per implementarla.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore