Il Partito dei Pirati cresce nel sondaggi

Aziende

Mentre Pirate Bay cerca un giudice neutrale, il Partito dei Pirati aspira a diventare il terzo partito svedese, pronto ad accaparrarsi diversi posti all’Europarlamento

Non solo sembra ormai certo che i membri del Partito dei Pirati siederanno al Parlamento Europeo, ma dai sondaggi pare che non saranno neanche quattro gatti. Il Partito dei Pirati cresce nel sondaggi in Svezia, tanto da aspirare a diventare il terzo partito svedese, pronto ad accaparrarsi diversi posti all’Europarlamento: secondo il Times, il Pirate Party avrebbe l’8%. Lo riporta VNUnet.com .

Rick Falk Vinge, leader del partito svedese, fondato solo nel 2006, spiega il successo previsto con uno slogan: Hanno dichiarato guerra a una generazione. Aggiungiamo noi: alla generazione del download, del tutto gratis e della Rete libera e neutrale.

I politici, contrari al P2p, vengono visti che “illetterati digitali” e l’establishmentviene interpretato come un carrarmato contro Internet.

Infine il caso Pirate Bay: dopo la scoperta del conflitto di interessi del giudice Tomas Nortstrom, si sta cercando un nuovo giudice per il processo (la sentenza ha comminato una maxi-multa e un anno di carcere ai quattro imputati). Ma in un paese di soltanto 9 milioni di abitanti, Cnetteme che la ricerca sia complessa: anche Anders Ek, il nuovo nome spuntato, sarebbe in contato con lo Stockholm Center for Commercial Law .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore