Il Patch day di marzo a quota 14 aggiornamenti

SicurezzaSoluzioni per la sicurezza
Microsoft rilascia 14 aggiornamenti, di cui 5 critici, nel Patch day di marzo. Risolta la falla ribattezzata Freak
1 0 Non ci sono commenti

Microsoft rilascia il Patch day di marzo. Si tratta di 14 aggiornamenti per Windows, Office, Exchange e Internet Explorer. Risolta la falla nota come Freak

Microsoft ha rilasciato un corposo Patch day per il mese marzo, composto da 14 aggiornamenti di sicurezza per Windows, Office, Exchange e Internet Explorer. In particolare, l’update risolve cinque falle critiche e la vulnerabilità nota come Freak.

Microsoft rilascia 14 aggiornamenti, di cui 5 critici, nel Patch day di marzo. Risolta la falla ribattezzata Freak
Microsoft rilascia 14 aggiornamenti, di cui 5 critici, nel Patch day di marzo. Risolta la falla ribattezzata Freak

L’aggiornamento Freak è catalogato come Importantquando si usano connessioni HTTPS. L’aggiornamento infatti previene attacchi di tipologia Man-in-the-middle, messi in atto in casi di cyber sorveglianza e trafugamento dati sensibili. La falla nei protocolli SSL/TLS è a rischio exploit e permette l’intercettazione e la possibilità di decifrare connessioni HTTPS fra client e server vulnerabili. La tecnica Freak non affligge solo Windows, ma colpisce anche Apple iOS e Google Android.

I cinque bollettini critici sono dedicati a Internet Explorer, Windows, Windows VBScript Scripting Engine, Windows Adobe Font Driver e Microsoft Server in Office. Ricordiamo che Internet Explorer ha ricevuto 200 aggiornamenti nel corso del 2014. La falla in VBScript Scripting Engine è rischio di esecuzione di codice da remoto, quando un utente visita una pagina nociva realizzata ad arte.

Gli altri aggiornamenti sanano un bug scoperto nel driver per la gestione delle fonti di carattere Adobe, alcune falle nel kernel di Windows, una vulnerabilità individuata nella gestione delle immagini in formato PNG e JPEG.

Sono etichettate come Importanti i fix per Remote Desktop Protocol, Windows Photo Decoder Component, Windows Task Scheduler, Windows NETLOGON, Microsoft Exchange Server, PNG Processing e Windows Kernel.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore