Il piano di Elettrodata per affrontare la crisi

AziendeMercati e Finanza

Elettrodata annuncia i risultati 2008 e la cassa integrazione per tre mesi per 34 dipendenti

Elettrodata ha chiuso il 2008 con un fatturato merci e servizi di circa 111 milioni di Euro, con una legger a flessione pari al 2,63 % rispetto al dato fatturato merci e servizi dell’anno precedente di 114 milioni di Euro, nonostante l’aumento della produzione – tra PC, desktop e notebook, e server – che è stata di circa 85.600 unità. “Il mercato in generale e quello dell’information technology in particolare stanno attraversando un periodo di crisi, legato alla situazione finanziaria internazionale, e all’instabilità e alla riduzione dei consumi che questa ha provocato. Visto il perdurare di questa condizione, siamo stati costretti a ricorrere a un programma di riorganizzazione dell’azienda che comprende uno strumento di supporto come la cassa integrazione“, ha commentato Lorenzo

Zubani, Presidente di Elettrodata

. “In questo modo, tra la riduzione dei costi e il contenimento delle spese, contiamo di tornare al più presto a una situazione positiva“.

La situazione di crisi finanziaria ha provocato un aumento significativo dei tempi di pagament o, e questo – nel caso di un’azienda privata come Elettrodata – ha creato una situazione di temporanea difficoltà legata ai flussi di cassa proprio in coincidenza con il periodo di contrazione del mercato. Per questo motivo, Elettrodata è ricorsa – per la prima volta nei suoi quindici anni di storia – allo strumento della cassa integrazione ordinaria per 34 dipendenti, che durerà tre mesi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore