Il primo film hyperReal

Management

Final Fantasy The Spirits Within è il film realizzato su quattro server della serie SGI 2000

Le visual workstation e la tecnologia server di SGI, sono state utilizzate per la realizzazione di Final Fantasy The Spirits Within il primo film hyperReal caratterizzato da un cast virtuale le cui sembianze fisiche, espressioni ed emozioni sono indistinguibili rispetto a quelle di una persona reale. Prodotto da Square Pictures Inc., Final Fantasy The Spirits Within è distribuito da Columbia Pictures, società del gruppo Sony Pictures Entertainment. Il film è stato presentato negli Stati Uniti pochi giorni fa e uscirà in Italia entro la fine del 2001. Il film è stato realizzato utilizzando quattro server ad alte prestazioni della serie SGI 2000, quattro sistemi di visualizzazione Silicon Graphics Onyx2, 167 visual workstation Silicon Graphics Octane ed altri sistemi SGI. Il software Alias/Wavefront Maya, installato sulle macchine SGI, è stato utilizzato per lauthoring dellanimazione mentre il software Pixar RenderMan è stato installato su sistemi basati su Linux OS. La produzione del film è iniziata quattro anni fa quando Square ha aperto i propri uffici arrivando ad assumere più di 200 artisti specializzati nella tecnologia CGI (Computer Graphic Interface) e 30 programmatori da Stati Uniti, Giappone, Europa e Asia. Allora, Square acquistò 40 workstation SGI Silicon Graphics Octane basate su IRIX® e subito dopo 4 sistemi SGI Origin 200 di ultima generazione. Senza la potenza delle macchine SGI, questo film non avrebbe potuto essere realizzato, ha affermato Kazuyuki Hashimoto, Chief Technology Officer a Senior VicePresident di Square USA. Le workstation SGI Octane ci hanno fornito un ambiente per la grafica ad elevate prestazioni sul quale lavorare. In particolare abbiamo potuto utilizzare il software Maya, ottimizzato per le macchine SGI, per creare tutti i plug-in necessari ad ottenere personaggi dallaspetto realistico. La sfida più grande per la realizzazione di Final Fantasy The Spirits Within è stata quella di creare figure umane che dessero una resa foto-realistica. Contando sulla potenza delle workstation Silicon Graphics, della famiglia di server SGI Origin e della famiglia di sistemi grafici Silicon Graphics Onyx, gli sviluppatori di Square USA hanno potuto sfruttare appieno il software Maya, creando circa 100 plug-in. Particolarmente complessa è stata la realizzazione dei plug-in per rendere realistico il movimento dei capelli e del plug-in per la ricreazione della veridicità delle vesti, che si piegano seguendo i movimenti del corpo. I nostri artisti hanno effettuato ricerche approfondite, superando le complessità che via via emergevano grazie alla tecnologia SGI, ha continuato Hashimoto. Tuttavia, è importante ricordare che il risultato è stato ottenuto applicando tecnologie avanzate a sostegno della capacità degli artisti di rendere laspetto fisico dei personaggi o le espressioni dei volti. Quindi il merito è condiviso fra la tecnologia e gli artisti, soprattutto alla loro capacità di collaborare grazie alle macchine SGI e al software Maya. SGI è molto fiera di essere stata scelta come piattaforma tecnologica per questa pietra miliare dellanimazione CGI, ha commentato Greg Estes, VicePresident of Corporate Marketing di SGI. I personaggi virtuali hyperReal saranno parte essenziale del futuro della cinematografia digitale a Hollywood e nel resto del mondo. SGI vanta una solida esperienza nel fornire la tecnologia collaborativa che supporta gli artisti e la nostra tecnologia continuerà ad essere uno dei capisaldi su cui si evolverà il futuro della produzione cinematografica.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore