Il programma pay-per-use di Hp

Network

Hewlett Packard farà pagare i suoi server in base al reale traffico sviluppato

È iniziato il programma tanto atteso di Hewlett Packard che permetterà agli utenti di pagare i server in base alleffettivo utilizzo e non alla potenza dei processori impiegati. Con linnovativo sistema quindi non si pagherà in base alla cpu montata, ma sul traffico realmente sviluppato. Il programma era stato lanciato lo scorso settembre in concomitanza della presentazione del Superdome Unix Server e fa parte della campagna in atto per non perdere posizioni rispetto alle concorrenti Ibm, Compaq Computer, Dell Computer e Sun Microsystems. In contemporanea Hp ha deciso anche la diminuzione dei prezzi per i modelli LP 1000r, E 800 e LC 2000. Secondo gli executive di Hp, lofferta pay-per-use è indirizzata in particolare a quelle società che offrono servizi che possono registrare forti picchi nei contatti. Queste società finora dovevano dotarsi di sistemi molto potenti per fare fronte ad eventuali improvvisi aumenti del traffico, ora invece i costi seguiranno gli alti e bassi degli accessi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore