Il rallentamento economico riduce la spesa It

Workspace

Goldman Sachs non è ottimista sul mercato IT: la crisi c’è per tutti. Meno per l’open source e i brand forti come Oracle e Red Hat

La spesa It cala. Ieri lo scriveva il Financial Times , oggi lo ripete Cnetcitando uno studio di Goldman Sachs. Il mercato IT rallenterà per effetto dell’attuale crisi

economica. La spesa It è destinata a calare: secondo Forrester il grande business taglia il budget It del 40%; ma, in tanto pessimismo, non è tutto nero. Il declino non toccherà il baratro del periodo 2001-2002, dopo lo sboom della New Economy, né i livelli del biennio 1990-1991, ma la spesa It si farà solo più razionale, come negli anni fra il 2003 e il 2007.

Ma se i tagli colpiranno l’hardware, manterranno invece il livello i servizi offshore; anche nel mercato software, la società di analisi vede rosa; e Apple iPhone continuerà a suscitare interesse nel mondo corporate. Tra le aziende It, Oracle, Red Hat (grazie a Linux) e Google continueranno a rimanere forti.

Microsoft e Novell invece hanno riscosso minor interesse nel sondaggio di Goldman Sachs.

A subire meno il rallentamento economico saranno l’Open-source, la forza del brand e le grandi imprese, che possono tenere un’aggressiva politica dei prezzi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore