Il Rapporto Caio sulla banda larga è in arrivo

Aziende

Domani, 12 marzo, Francesco Caio consegnerà l’attesissimo Rapporto ufficiale sulla banda larga al sottosegretario Paolo Romani. Farà il punto sullo stato dell’arte del broad band, del Digital divide in Italia e dello scorporo della rete Telecom

Il piano Caio, altrimenti noto come Rapporto ufficiale sulla banda larga, arriverà sul tavolo del sottosegretario Paolo Romani, domani, 12 marzo.

Finalmente con il documento ufficiale del super-esperto Francesco Caio, sarà possibile fare il punto sullo stato dell’arte del broad band e del Digital divide in Italia.

Il sottosegretario Romani lo ha annunciato, affermando: “C’e’ un patrimonio del Paese che e’ la rete Telecom Italia e c’e’ la volonta’ del Governo per una rete infrastrutturale che non puo’ essere piu’ di una, ci sono tant i altri protagonisti oltre a Telecom Italia, cioe’ gestori ed enti locali”, e ha aggiunto: “Non ci possiamo permettere di dire parole sbagliate”.

Questo progetto sta arrivando subito nelle nostre mani”, ha concluso Romani: “ne discuteremo con Scajola, lo porteremo a Berlusconi e al sottosegretario Letta”.

Sullo scorporo della rete Telecom, finora rifiutato con pervicacia da Telecom, Caio darà solo il suo parere: l’Ad di Telecom Bernabè ha parlato di “ipotesi fantasiose” (insomma, chiacchiere, mentre il valore della rete è inestimabile), Romani di “terza via“.

Da domani, avremo qualcosa di concreto (enon più fantaipotesi) su cui discutere.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore