Il rapporto semestrale di F-Secure

Sicurezza

Il 2006 è stato caratterizzato da attacchi mirati, spesso poco pubblicizzati
e come unico obiettivo i soldi

Sebbene il numero di virus scoperti sia stato in forte crescita per tutto il 2006, nello stesso periodo si è osservata una battuta d’arresto nella quantità effettiva di attacchi massivi di worm, virus e altro malware. Di contro, però, sono divenuti cosa comune gli attacchi mirati a scopo di lucro e lo spam ha raggiunto nuovi vertici di diffusione. Ne è un esempio la diffusione più massiccia del previsto del worm Warezov, che ha rivelato una campagna ben orchestrata per eludere le protezioni e generare massicci attacchi spam. Dettagli su questo e altri fenomeni che hanno caratterizzato lo scenario della sicurezza nella seconda parte del 2006, sono contenuti nel tradizionale Rapporto semestrale pubblicato da F-Secure, la società finlandese specializzata in soluzioni di protezione da virus e altre minacce. Nel rapporto, i ricercatori di F-Secure invitano tra l’altro a un miglior controllo della sicurezza gli sviluppatori di siti web: le vulnerabilità di Cross Site Scripting (Xss) possono essere sfruttate dagli autori di malware per vari tipi di attacchi, mirati soprattutto alle social network, prede ghiotte in ragione del loro grande numero di utenti. Sempre in crescita infine i virus che attaccano i dispositivi mobili e la preoccupante diffusione dei software spia liberamente disponibili sul mercato, che consentono in pratica di controllare telefonate e Sms e di ascoltare conversazioni degli utenti di cellulari a loro insaputa.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore