Il rinvio pende sui costi di ricarica

Autorità e normativeNormativa

L’abolizione del sovrapprezzo anomalo sulle prepagate, previsto dal pacchetto
Bersani, rischia uno slittamento

Non sarà un ripensamento, di qualcuno folgorato sulla via dei Big della telefonia mobile, ma lascia l’amaro in bocca in chi aveva visto la luce nel pacchetto Bersani, che aveva azzerato il balzello (altrimenti definito l’anomalia italiana) sulle schede prepagate dei cellulari: parliamo del rischio rinvio che pende sulle liberalizzazioni delle Tlc mobili. Infatti si apre la strada della moratoria per gli operatori, a cui era stata richiesta la cancellazione dei costi di ricarica.Entro il 3 marzo le offerte di ogni compagnia telefonica dovrebbero essere alleggerite da costi di ricarica e scadenze di validità delle Sim. Ma indiscrezioni puntano l’indice contro il pericolo di una moratoria: anche Beppe Grillo ha detto di temere un semestre bianco regalato ?alle compagnie telefoniche spostando i tempi dell’abolizione dei costi di ricarica?. Un partito trasversale potrebbe quindi ostacolare la fine dei costi di ricarica. Da Aboliamoli.eu (il sito promotore della prima petizione contro i costi di ricarica) alle associazioni dei consumatori, l’opposizione a uno slittamento è unanime.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore