Il ritardo di Vista strizza l’occhio ai Mac

Sistemi OperativiWorkspace

Apple Computer potrebbe essere avvantaggiata nell’ultimo trimestre dall’assenza a scaffale dell’erede di Windows Xp

L’annuncio del clamoroso ritardo di Windows Vista, ha raggelato le previsioni dei vendor di Pc: nelle ultime 48 ore in Borsa, accanto allo scivolone del -2,8% di Microsoft, Lenovo ha perso il 3,8%, Hp l’1,6%, Dell circa l’1% e Samsung (nonostante rassicurazioni date al mercato sui chip) oltre il 3%. Tuttavia c’è chi sorride in queste ore: si tratta di Apple Computer. Apple si presenta sul mercato già forte nelle aree di punta del prossimo Windows Vista: sicurezza, video e foto editing, ricerca. Lo shopping nastalizio, privato dell’arrivo di Windows Vist a, non potrà che guardare Apple come player in vantaggio. Negli ultimi trimestri Apple, soprattutto sul mercato computer Usa, ha riguadagnato terreno: 4.5 milioni di Mac venduti in tutto il 2005 con un incremento del 38% rispetto ai 3,3 milioni di unità vendute nell’anno prima (le previsioni sono rosee anche nell’anno in corso, con stime di 4,8 milioni di Macintosh in crescita del 5% anno su anno). Inoltre può sfoderare presto dal cilindro Mac OS X 10.5 noto come Leopard. Secondo Jupiter Research, il ritardo di Windows Vista rappresenta un’opportunità per Apple.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore