Il ritorno del brand Nokia nel mercato smartphone

MobilitySmartphone
Nokia conferma il ritorno nel mercato smartphone
2 5 Non ci sono commenti

HMD ha acquisito da Microsoft l’attività legata allo sviluppo e alla produzione di feature phone, ma adesso ha un accordo di licenza con Microsoft per l’utilizzo del brand Nokia su smartphone e tablet per il prossimo decennio. Il ritorno del brand Nokia a inizio 2017

Il brand Nokia scende di nuovo in campo: è ufficiale. La forza del marchio, sinonimo di telefonini robusti, dal design elegante e riconoscibile e dalla batteria di lunga durata, pare rimasta intatta nel mercato, nonostante le vicissitudini degli ultimi anni nel mercato smartphone e la fallita acquisizione degli asset legati a smartphone e cellulari da parte di Microsoft.

Il ritorno del brand Nokia nel mercato smartphone
Il ritorno del brand Nokia nel mercato smartphone

HMD ha acquisito da Microsoft l’attività legata allo sviluppo e alla produzione di feature phone, ma adesso ha un accordo di licenza con Microsoft per l’utilizzo del brand Nokia su smartphone e tablet per il prossimo decennio. Da parte sua, Nokia riconoscerà a HMD royalty per i brevetti e il nome. HMD è proprietà del fondo di private equity Smart Connetc LP, condotto da Jean-Francois Baril, con alle spalle una lunga esperienza del supply chain management di Nokia; gli stessi manager della società vi hanno investito. Gli smartphone saranno prodotti da Foxconn e debutteranno nei primi mesi del 2017.

HMD punta sul ritorno nel mercato degli smartphone, per compensare il declino nelle vendite di feature phone. Nokia ritorna nel mercato smartphone con il sistema operativo Android, che oggi
detiene l’85% di market share, secondo Idc. A trainare la crescita del 5.2% di Android sono i modelli low-cost e la diffusione del 4G nei Paesi emergenti: Google totalizzerà 1.2 miliardi di unità vendute con la sua piattaforma mobile open source.

A parte la riconoscibilità del brand Nokia e una lunga esperienza nella telefonia, HMD non può far leva su altro. Il mercato smartphone è sovraffollato e solo Apple fa il pieno di utili (91% dei profitti), seguita da Huawei. Tuttavia, rispetto a Vivo, Oppo e Xiaomi (quest’ultima in calo del 45%), HMD può far valere la fama del brand: “Certo, le persone oggi usano altri smartphone. Ma siamo sicuri che amino i loro brand?“, ha chiesto il Ceo di HMD, Arto Nummela.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore