Il ritorno del Personal digital assistant

Aziende

Cresce del 25%, oltre l’84% in Europa, il mercato mondiale dei Pda. Primo costruttore è Rim, primo fornitore di sistemi operativi è Microsoft.

I Pda (Personal digital assistant) sembravano destinati a una fine poco gloriosa a seguito del proliferare degli smartphone. Pare però che il sipario non sia ancora destinato a calare, lo dice Gartner che ha rilevato come nel primo trimestre di quest’anno le vendite globali di questi dispositivi siano cresciute del 25% rispetto allo stesso periodo del 2004 con un totale di 3,4 milioni di unità vendute. Anche il prezzo medio dei dispositivi è cresciuto, nellordine del 15%, a testimoniare che gli utenti sono alla ricerca di sempre maggiori funzioni, in particolare quelle legate alla connettività, il 55% sul totale dei Pda venduti nel primo trimestre integra infatti interfacce senza fili per il collegamento alle reti aziendali o funzionalità tipiche di un telefono cellulare per la trasmissione dati su reti Gprs e Umts. Sempre secondo Gartner la quota di mercato principale, il 20,8%, è in mano a Rim con il suo Blackberry, segue Palmone con il 18%, Hewlett-Packard con il 17,6%, Nokia con il 9,9%, Dell con il 6,3%. Sul fronte dei sistemi operativi per questo tipo di dispositivi è Microsoft a conquistare il primo posto in classifica con il suo Windows Ce (46% del mercato), seguono Rim, Palm Os, Symbian, Linux. In Europa occidentale il mercato è cresciuto dell’84,3% con 1,3 milioni di unità vendute, valore assoluto simile a quello registrato in Usa dove la crescita è però stata del 5%.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore