Il ritorno di Bill Gates dietro l’accordo Microsoft – Skype

AcquisizioniAziendeMarketing

Bill Gates ha usato il suo ruolo e prestigio nel board per puntare sull’acquisizione di Skype. Per un motivo: il software è oggi più importante che in passato

Non è sfuggito alla Bbc il ritorno sulla scena di Bill Gates, co-fondatore di Microsoft, filantropo a tempo pieno, ma in realtà ancora impegnato a lavorare sul motore di ricerca di Microsoft. La Bbc ha intervistato Bill Gates, il Chairman del Board che ha scommesso molto sull’accordo da 8,5 miliardi per acquisire Skype, la più grande acquisizione Internet del colosso di Redmond. L’intervista per gli inglesi è su HARDtalk (iPlayer).

Bill  Gates l’ha definita una grande acquisizione, con tante frecce nel settore dell’innovazione al suo arco. Bill Gates ha usato il suo “peso” per appoggiare il Ceo Steve Ballmer in questa mossa, anche perché ha ribadito che in quest’era il software è più importante oggi che in passato“; Gates prevede che la video conferenza diventi un mercato più grande di quello attuale. Secondo la società di analisi Ovum il mercato crescerà del 5.79% ogni anno fino al 2016, rendendo la videoconferenza uno dei segmenti a più rapida crescita del mercato ICT globale.

Quello che Microsoft e Skype faranno insieme per i 663 milioni di utenti di Skype sarà presto visibile: con Windows Phone 7, con Nokia, con Xbox, Kinect Lync, Outlook, Messenger, Hotmail e Xbox LIVE. E nel mondo tablet, con Windows 8, è tutto da vedere.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore