Il ritorno di Conficker

CyberwarSicurezza

Il direttore del Conficker Working Group ammette che il worm ha beffato tanti esperti di sicurezza. Conficker avrebbe infettato 5 milioni di computer in una botnet

Ricordate quando nei mesi scorsi Conficker sembrava la nuova minaccia incombente sulla Rete, in grado di produrre miliardi di perdite , per poi essere relegato all’oblio? Gli esperi di sicurezza dicono che il worm Conficker li ha beffati.

Secondo il Sydney Morning Herald, Conficker avrebbe infettato 5 milioni di computer in una botnet, tanto da espellere l’Australia

da Internet. Il Conficker Working Group denuncia che Conficker è un worm resistente, “impossibile da rimuovere”, e che si propaga grazie a una falla in Microsoft Windows: Microsoft ha già rilasciato la patch e messo una taglia sui virus-writer. E’ impossibile da rimuovere perché basta lasciare un Pc infetto su cento e quello prova a reinfettare gli altri. Insomma, il pericolo è in agguato.

La botnet potrebbe essere sfruttata in cyber-attacchi.

Ad aprile Kaspersky Lab ha rilevato una nuova variante di Kido, noto anche anche come Conficker o Downadup.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore