Il server LCS e il nuovo Office Communicator

Management

Messaggistica, voce e telefonia per la collaborazione

Entro l’autunno arriverà anche per i terminali che usano Windows Mobile la beta del client di Office Live Communications Server (LCS) 2005 e supporterà anche la messaggistica istantanea sul nuovo Windows Mobile 5 (vedi questo numero di Network News). I piani a lungo termine di Microsoft sono di aggiungere tutte le funzionalità dell’attuale LCS, compresi video, web conferencing e team collaboration, a qualunque client mobile, sia smartphone che PDA, ma ovviamente i tempi non sono solo quelli dello sviluppo interno di Microsoft, ma anche dei carrier e dei service provider e di fornitori di infrastrutture. In quest’ultimo caso un nome su tutti è quello di Radvision. Ma anche RIM ha annunciato che supporterà il client LCS 2005 sui suoi dispositivi Blackberry. Al di là di questo recente annuncio, gli elementi chiave della strategia di attacco di Microsoft alla messaggistica, alla collaborazione, alla voce e alla telefonia sono tre, Office Live Meeting 2005, Office Live Communications Server, Office Communicator 2005, in parte resi già disponibili e in parte in arrivo. Su Office Communicator c’è anche il supporto dei principali fornitori e integratori di apparati di telefonia e di sistemi di contact center, Genesys in testa. In tema di alcuni possibili scenari applicativi aziendali Network News ha parlato con Pasquale D’Agnese, senior technology specialist di Microsoft, ed Elena Semplici, product manager di Office System in Microsoft, nel corso di una live demo di Office Communicator. Spiega Semplici:” Microsoft Office Live Meeting 2005 è l’aggiornamento del servizio Microsoft di conferenza via web che utilizziamo per tutti i nostri Live Meeting rivolti a clienti e partner. Questo servizio aiuta gli utenti a gestire al meglio incontri online e sessioni di collaborazione senza che i partecipanti debbano necessariamente trovarsi nello stesso posto alla stessa ora. Il tutto con notevoli risparmi di tempo e di costi di trasferta”. Il prodotto è disponibile da poco. Sarà disponibile entro la fine del mese per Microsoft Office Live Communications Server, la piattaforma integrata di comunicazione in tempo reale e soluzione di instant messaging, l’aggiornamento Service Pack 1. SP 1comprende il supporto per Office Communicator, migliora il controllo sugli spim (messaggi indesiderati diffusi tramite instant messaging) e il grado di connettività da LCS aziendale a reti pubbliche di sistemi di messaggistica istantanea come MSN, AOL e Yahoo! Sarà invece disponibile solo entro l’anno Microsoft Office Communicator 2005 (precedentemente noto col nome in codice Istanbul). Office communicator è la nuova applicazione di comunicazione integrata e rappresenta il miglior client di Office Live Communications Server 2005. Communicator fornisce funzionalità di rilevamento della presenza, e integra modalità di comunicazione in tempo reale ? come IM, voce, video, telefonia, accesso alle funzionalità di conferenza sul Web ? in una singola applicazione. Permette inoltre l’integrazione tra PC e telefono. Communicator costituisce l’interfaccia di Public IM Connectivity, cioè di connettività verso i servizi pubblici di instant messaging. Di questo client esisterà anche una versione per Windows Mobile che arriverà con la versione 5 del software. “Semplificando un po’ ? interviene D’Agnese ? è un’applicazione di tipo client/server in cui LCS sta a Communicator come Exchange sta a Outlook”. Le comunicazioni integrate sono un componente chiave della strategia globale di Microsoft in ambito collaboration, che ha l’obiettivo di fornire software e servizi che permettano alle persone di con- nettersi e lavorare insieme in modo più efficiente. Microsoft vuole mettere a disposizione dei suoi utenti nuovi strumenti di comunicazione immediata in tutte le sue applicazioni software, integrando diverse modalità di comunicazione: e-mail, telefono, messaggistica istantanea (IM), servizi di messaggi brevi (SMS), videoconferenza e conferenze via web. Grazie a questo nuovo modo di comunicare è possibile passare da una modalità all’altra in modo semplice e gestire la comunicazione a seconda delle preferenze e disponibilità delle persone connesse. Con la comunicazione integrata, il software può automaticamente gestire le comunicazioni basate sulla conoscenza delle preferenze delle persone con le quali si è connessi, la posizione fisica, le relazioni organizzative e gli argomenti di comunicazione. Il software permette inoltre all’ utente di tenere traccia delle comunicazioni in arrivo. Microsoft Office Live Communications Server 2005 supporta anche audio, video, condivisione di applicazioni e funzionalità di collaborazione a livello peer-to-peer. Live Communications Server 2005, perfettamente integrato con Office System, punta a valorizzare strumenti per la collaborazione e la comunicazione in tempo reale. Questi i principali vantaggi di Live Communications Server 2005 edizione Standard: – Caratteristiche di federazione. Con Live Communications Server 2005 due o più aziende possono condividere lo strumento di Instant Messaging e la rilevazione della presenza di altri utenti in tempo reale, in un ambiente crittografato, autenticato e gestito. Gli utenti di Live Communications Server 2005 possono anche condividere lo stesso Instant Messaging con fornitori e clienti, tramite le reti pubbliche di IM come MSN, AOL e Yahoo!, creando in questo modo un unico canale di comunicazione e collaborazione tra persone che si trovano in diverse aree geografiche. – Accesso remoto utenti. Gli utenti finali possono connettersi al servizio di IM anche dall’esterno della rete aziendale, da casa, in viaggio oppure quando si trovano presso clienti o partner. L’accesso viene garantito in modo sicuro tramite autenticazione, attraverso l’utilizzo di porte firewall standard, senza che sia necessario creare una rete privata virtuale. – Maggiore scalabilità. La nuova versione di Live Communications Server incrementa il numero degli utenti attivi per server, dal 30 al 45 percento, consentendo di raggiungere un limite massimo di 15.000 utenti che utilizzano il servizio di IM. Inoltre, gli utenti di Live Communications Server 2005 Enterprise Edition apprezzeranno i miglioramenti architetturali a livello aziendale. Un’architettura avanzata e a più livelli che utilizza Microsoft SQL Server offre diversi vantaggi ai clienti migliorandone l’affidabilità, la disponibilità e la scalabilità per ridurre il rischio di tempi di inattività non programmati. Le aziende possono eseguire il pooling dei server Live Communications Server 2005 Enterprise Edition per supportare la crescita della loro azienda fino a centinaia di migliaia di utenti mentre la loro azienda è in crescita. Live Communications Server 2005 è anche una piattaforma per la collaborazione aziendale in tempo reale che si basa sugli standard del settore Session Initiation Protocol (SIP) e SIP for Instant Messaging and Presence Leveraging Extensions (SIMPLE). Fornisce una base per l’innovazione nella comunicazione e nella collaborazione che si estende alle applicazioni line of business e agli scenari di telefonia aziendale. Le soluzioni che utilizzerannono Live Communications Server 2005 con il prossimo Office Communicator 2005 permetteranno alle aziende di esercitare un controllo unificato degli strumenti di comunicazione in tempo reale da un singolo client di messaggistica, incluso il controllo dal PC del telefono sulla scrivania. Un utente importante di LCS è Telecom Italia che ha potuto estendere i vantaggi della soluzione esistente basata su Live Communications Server 2003 anche al personale delle diverse business unit in tutto il mondo. Con Live Communications Server 2005, infatti, l’azienda ha migliorato l’accesso per i dipendenti mobili e incrementato l’affidabilità generale delle comunicazioni in tempo reale, rendendo disponibili, allo stesso tempo, servizi di messaggistica immediata e presenza in rete alle varie sedi, indipendentemente dalla distanza geografica. “Il nome di Service Pack 1 dato al nuovo software è fuorviante”, spiegano i rappresentanti di Microsoft. Non è un semplice upgrade, ma un prodotto che soprattutto nelle funzioni di connettività IM fornisce all’azienda un collegamento sicuro anche attraverso Internet con il mantenimento delle policy aziendali di sicurezza distribuita attraverso le Active Directory, funzioni particolarmente importanti se si pensa alla condivisione di documenti in rete. Inoltre per i provider che forniscono servizi di hosting di tipo ASP è garantito l’isolamento se il server Exchange ospita diverse aziende. Ogni azienda può mantenere una sua Active Directory sicura. Nei suoi rapporti con i tradizionali PBX il server LCS fornisce un’interoperabilità con gateway di tipo IP Centrex o con Call Manager di Cisco. Nella soluzione Genesys l’interoperabilità è garantita da un software adatto. Nella soluzione HiPath OpenScape di Siemens, l’azienda tedesca si basa su LCS standard per fornire la sua soluzione end to end. LCS fornisce il Registrar SIP e un proxy server che Openscape utilizza per le comunicazioni ai punti terminali (telefoni e Windows Messenger).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore