Il servizio televisivo TiVo viola la privacy?

Network

Il servizio statunitense di tv digitale accusato di tenere informazioni troppo dettagliate sullutenza

La Privacy Foundation e il Privacy Centre dellUniversità di Denver, hanno accusato TiVo, società produttrice dellomonimo personal digital video recorder, di violare la privacy degli utenti tracciando troppo precisamente le loro abitudini in termini di utilizzo della box. Lanciato nel 1999, il servizio TiVo permette allo spettatore di saltare gli annunci pubblicitari, mettere in pausa il programma che si sta vedendo per non perdere neanche un secondo e infine di registrare le trasmissioni direttamente su disco rigido. Secondo David Martin, assistente di scienze dellinformazione allUniversità di Denver, il sistema è carente nel fornire precise assicurazioni in materia di privacy. Ho come limpressione che TiVo diventa garante della privacy soprattutto quando qualcuno li chiama al telefono. Ma non vedo una precisa politica dinformazione alle persone che spesso sono ignare che tutto quello che fanno con la box può essere registrato ha spiegato il professore. Il capo delle tecnologie della società, Jim Barton, pur ammettendo un trattamento dei dati di comportamento dei telespettatori, ha comunque assicurato che alle elaborazioni non possono essere associati i nomi degli utenti, garantendo così dal rischio di ottenere informazioni dirette sulle abitudini dei clienti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore