Il Signore delle Silicon

LaptopMobility

Silicon Graphics ha reso reali le magiche visioni di Tolkien

230 sono le stazioni Silicon che Weta Digital, neozelandese, ha utilizzato per produrre in 4 anni gli effetti speciali per i tre colossal ricavati da Il Signore degli Anelli di J.R.R.Tolkien. Ma nulla della potenza di calcolo delle 230 stazioni è andato sprecato. 100 Terabyte di dati trattati (per capirci 100.000 Gb…), più di 150 artisti digitali, animatori in passo uno, modellattori e pittori digitali sono stati accessoriati con una stazione SGI Octane con Alias|Wavefront Maya. Inoltre una stazione Onyx2 a 8 processori con Discreet Inferno per il compositing e 80 stazioni SGI 330 e 230 per il painting e il rotoscoping. Dietro a tutta questa potenza di calcolo due server SGI capaci di offrire 4Tb di spazio online per il backup e 20Tb di spazio nearline su nastri con controllo robotizzato. Per tutto questo la Weta Digital ha costruito un nuovo edificio, nel quale il 90% dellhardware è marchiato Silicon Graphics. Nel corso del lavoro, Weta Digital ha dovuto sviluppare estensioni per Maya non disponibili sul mercato. Il prodotto più interessante è Massive, un sistema per la realizzazione di ecologie artificiali, in parole povere un simulatore di folla. Massive è stato usato per le scene di combattimento con centinaia di migliaia di creature in corsa, urlanti e morenti. Il sistema accede ad un enorme database di dati motion-capture, che vengono scelti e utilizzati automaticamente dal sistema.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore