Il sistema di posta dell’Fbi violato da hacker

CyberwarSicurezza

Allarme sicurezza per l’Fbi. La violazione avrebbe inoltre costretto la Federal Bureau of Investigation a chiudere temporaneamente il proprio sito Web

La sicurezza informatica è ogni giorno messa a dura prova: l’ultima notizia arriva da oltreoceano e segnala una nuova vittima, l’Fbi. Il sistema di posta elettronica dell’Fbi, secondo fonti americane, sarebbe stato violato da hacker, costringendo alla chiusura provvisoria del sito Internet. L’intrusione sarebbe occorsa in un’area del network non concernente le indagini più scottanti in corso, ma l’Fbi ha dichiarato di sentirsi “sorpresa” dalla violazione. L’Fbi infine è già sotto ispezione per un altro sistema informatico: il fallimento di un sistema di condivisione dat i sarebbe costato 170 milioni di dollari ai contribuenti americani, dopo tre anni perduti nella realizzazione, rivelandosi inutile.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore