Il social network Microsoft Socl apre al pubblico

MarketingNetworkSocial media
Socl, il social network secondo Microsoft

Socl è il social network di Microsoft. La Beta è aperta a tutti. Per iscriversi sono sufficienti un account di Facebook o Microsoft

Microsoft sta aprendo le porte a Socl, il social network verticale per gli studenti. Il progetto di social network, nato dal gruppo di ricerca FUSE, finora è stato una beta, limitata a piccoli gruppi di utenti, ma adesso chi possiede un account Facebook o Microsoft può liberamente iscriversi a Socl. Dallo scorso novembre, Microsoft ha compiuto un redesign: ora il layout mette le immagini al centro e di fronte come su Facebook; mentre il design con scrolling continuo a due colonne è mutuato da Pinterest. Secondo Lili Cheng, General Manager di Fuse Labs, l’idea intende “democratizzare il design e fare post bellissimi“.

L’idea alla base di Socl, ex nome in codice Tulalip, consiste nel combinare il social-networking con il search, la ricerca online di Bing. Tutto ruota intorno al concetto di come far adoperare le tecnologie di collaboration alle comunità legate alla formazione. Infatti Socl non rappresenta affatto una sfida a Facebook, Twitter, Tumbler o Pinterest. Secondo Mary Jo Foley, Socl mette insieme progetti sperimentali come Montage (l’app di foto collage) e Kodu (la programmazione di giochi). Microsoft ha realizzato Socl usando TypeScript, il suo superset di JavaScript.

 

Socl, il social network secondo Microsoft
Socl, il social network secondo Microsoft

Cheng spiega che oggi la ricerca consiste nel ricerca “i link blu” su cui cliccare, mentre le immagini sono secondarie; Socl ribalta le priorità. Il risultato è che persone che parlavano linguaggi differenti, scoprono di poter comunicare.

Cliccando sul bottone del post, si apre un campo testuale “topic” che gira  sulla ricerca di Bing. Poi viene presentata una lista di link e video che si possono incollare in una griglia in stile Live Tile, il design a “mattonelle” di Windows 8 e Windows Phone 8. E mentre si commenta un post, un link “Riff on this post” permette di creare un nuovo post basato sulla stessa ricerca, inglobando link rilevanti forniti da Bing.

Ancora non ci sono interazioni private o gruppi curati come nelle cerchie di Google+, il social network di Google. Anche il tagging è ancora in fase di test, nonostante gli sforzi di Microsoft a combinare la ricerca con il social network. Ma è provare: basta cliccare su Beta.so.cl.

Conosci Microsoft e Windows? Misurati con un QUIZ!

Vuoi partecipare alla ricerca NetMediaEurope: quali i processi di acquisto per l’IT? In palio c’è un elicottero AR Drone!

Microsoft Socl: Beta aperta a tutti
Microsoft Socl: Beta aperta a tutti
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore