Il Social network non passa di moda

Management

Negli ultimi giorni il Web è diventato ancora più “social”. Microsoft ha acquisito Ciao.com, Amazon ha comprato Shelfari, un sito dedicato agli appassionati di lettura, Facebook ha superato MySpace, e MySpace ha superato Yahoo! nel conteggio dei clic sulla pubblicità online. Il social network è vitale come non mai e il quinto convegno sull’intelligenza collettiva avrà un cuore Green It. Il filo rosso del prossimo Web 2.0 Summi t sarà Opportunity of Limits, per cercare oppurtunità di business nelle sfide sociali e ambientali

Il social network è in grande spolvero, tanto da essere finito anche nel mirino del cyber-crime e del nostro Garante Privacy. Nelle ultime settimane Microsoft ha acquisito Ciao.com, Facebook (in attesa di decidere se andrà in Borsa ) ha superato MySpace accreditandosi come numero uno e Amazon ha comprato Shelfari.

Il Web 2.0 insomma non è passato di moda. Con un investimento di circa 486 milioni di dollari, Microsoft si è aggiudicata uno dei siti principali sul mercato europeo nell’ambito della comparazione prezz i, dello shopping e delle recensioni.

Intanto Facebook supera MySpace, mentre MySpace di Rupert Murdoch ha sorpassato Yahoo! nelle visite alla pubblicità online.

Anche Amazon non si è sottratta allo shopping 2.0, acquisendo Shelfari, un sito dedicato agli appassionati di lettura.

Dopo le grandi acquisizioni degli anni scorsi ( Flickr da parte di Yahoo!, YouTube da parte di Google, Last.fm di Cbs e, pochi mesi fa, Bebo da parte di Aol), il social network torna nel carrello della spesa dei Big dell’It e delle Web company.

Secondo Gartner la maggioranza di chi frequenta i siti di social networking lo fa per una motivazione personale o per intrattenimento piuttosto che per obiettivi pratici e/o di lavoro.

Con l’arrivo di una generazione di persone che Gartner definisce come “digitai native” il fenomeno delle reti di conoscenze social i ha preso su Internet nuove vie di espressione, nuovi scopi e nuove procedure.

Per esempio il social network per i professionisti, LinkedIn, ha annunciato negli ultimi mesi importanti sviluppi che comprendono nuovi servizi mobili per smartphone abilitati al Web e il lancio di siti in lingua locale (al momento comunque non in italiano).

Per conoscere i futuri sviluppi del social networking, non ci resta che aspettare il Web 2.0 Summit, che quest’anno avrà un’anima Green per reti eco-sostenibili.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore