Il social reading aNobii acquisito da Mondadori

AcquisizioniAziendeMarketingSocial media
Mondadori acquista aNobii
2 1 Non ci sono commenti

Mondadori acquista aNobii, la piattaforma di social reading nata a Hong Kong nel 2006. Secondo AIE, nel 2012 gli e-book detenevano il 3% di market share e rappresentavano l’unico segmento in crescita, mentre la vendita di libri cartacei calava

Mondadori acquista Anobii, il social network dei lettori di libri, che conta oltre il milione di utenti nel mondo, di cui ben 300mila lettori proprio in Italia. Il sito vantava oltre i 70 mila visitatori unici italiani soltanto nel 2011. Anobii è una piattaforma di social reading, esploso in Italia nel biennio 2009-10, grazie al passaparola, poi diventato una fiorente comunità culturale.Mondadori fa un nuovo passo nell’IT, dopo aver stretto una collaborazione con Kobo, fra cui spicca Kobo Aura Hd. La strategia di Mondadori consiste nel mettere i lettori al centro: “La nostra strategia di sviluppo nell’area libri si concretizza con un’operazione che ben ne rappresenta le caratteristiche: i lettori al centro. Una piattaforma che ci permetta di ascoltare le persone è fondamentale per la crescita del digitale nei libri e per la costruzione della casa editrice del futuro“.

In base all’intesa, il team che ha ideato Anobii avrà “un ruolo centrale nel progetto per capitalizzare il prezioso patrimonio di conoscenza della comunità e delle sue dinamiche“. “Siamo entusiasti” ha commentato Greg Sung, fondatore di Anobii, “di entrare a far parte del Gruppo Mondadori che, con la sua storia editoriale, rappresenta la casa perfetta per Anobii. La nostra missione è da sempre quella di dar vita a una comunita’ dove i lettori di tutto il mondo possano condividere, approfondire e alimentare la loro comune passione per la lettura e i libri. Con questo accordo abbiamo finalmente le risorse per portare avanti questa missione in modo ancora piu’ incisivo“.

Il 2012 è stato l’anno nero dei libri cartacei, con l’e-book in controtendenza: l’unico segmento in crescita in Italia. Il mercato editoriale ha archiviato l’ultimo biennio con un crollo verticale del 14%, mentre il digitale cresce del 2% e s’impennano le vendite nel canale online. Dal Rapporto 2013 sullo stato dell’editoria in Italia – in formato e-book, per l’appunto – a cura dell’Ufficio studi Aie, emerge che in Italia legge soltanto il 46% della popolazione, ma è boom per il digitale: nel 2012 gli e-book detenevano il 3% di market share (fra i lettori oltre i 14 anni), pari complessivamente a 1,6 milioni di italiani.

Secondo dati Nielsen, a settembre 2013, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, si verificava una flessione della spesa del pubblico dei lettori nei canali trade del -5,4% a fronte di una flessione dell’1% nelle copie vendute.

Lo scorso dicembre l’Associazione Italiana Editori (Aie), in collaborazione con Simon Kucher & Partners e IE-Informazioni editoriali, ha fornito i numeri sul fenomeno e-book (esclusa l’editoria scolastica): il prezzo medio di copertina dei libri cartacei è passato da 21,81 euro del 2010 a 20,09 euro nel 2012, registrano una flessione del 7,9%; il prezzo degli e-book, nello stesso triennio, è passato da 9,44 euro (Iva al 20% compresa) a 8,73 euro (con Iva da ottobre 2011 aumentata al 21%, da fonte IE-Informazioni editoriali), mettendo a segno un crollo dell’-8,4% al netto dell’Iva.

Il successo di aNobii, nato a Hong Kong nel 2006, agli esordi del mercati ebook, consiste nella disintermediazione della raccomandazione del libraio, e non della recensione del critico letterario. Appare invece effimero il rapporto di 1/30 o 1/35 tra copie vendute e titoli esposti negli scafali virtuali di un e-book. A sfidare Anobii negli anni sono arrivati Goodreads, ma anche l’hashtag #Libri su Twitter e i gruppi fra profili su Facebook. Nel 2009 ufficializzò un accordo con Ibs.it. Nel 2006 invece nasceva Lulu.com, l’editoria open source, creata da Bob Young, co-fondatore della Red Hat, che consente di stampare, promuovere e vendere le proprie opere di ingegno.

Una curiosità: l’applicazione Anobii per iPhone e iPad, ma anche per Android,ti consente di trovare libri cercandoli oppure scansionando il codice a barre sui libri.

Scopri come scegliere il  giusto cloud provider (ip)

Conoscete il mondo degli e-book in Italia? Misuratevi con un Quiz!

Mondadori acquista aNobii
Mondadori acquista aNobii

 

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore