Il successo di Skyfire su iPhone dimostra che Flash è tuttora vivo

ManagementMarketingNetwork

La vendita sospesa di SkyFire, per eccessiva richiesta, dimostra che sale la febbre di Flash su iPhone e iPad. L’era di Html5 deve ancora iniziare

SkyFire arriva su Apple App Store e in poche ore è “sold out” (letteralmente esaurito): sale la febbre di Flash su iPhone. SkyFire è un browser che porta su App Store un “surrogato” di Flash (solo per video, e non per gaming o altre presentazioni Flash). Com’è noto il Ceo di Apple Steve Jobs ha bandito Flash dai suoi dispositivi mobili. Ma SkyFire, vittima del suo successo (troppe richieste su App Store), dimostra quanto gli utenti, anche del mondo Apple, abbiano voglia di vedere video in Flash anche su iPhone e iPad. Le apps sono intrigante, ma i video sul Web hanno ancora il loro “perché”.

Un motivo c’è: il 75% dei video in Rete gira in Flash. Il passaggio a Html5 (una tecnologia giudicata immatura da W3c) è più lento del previsto. Fino ad allora Flash domina e rinunciarvi non è possibile neanche per chi considera giuste le considerazioni di Steve Jobs, nella sua crociata contro Flash.

A causa delle eccessive richieste e i limiti dei server incapaci di reggere a una domanda superiore al precvisto, la vendita di SkyFire è stata sospesa.

Tutti vogliono Flash su iPhone e iPad
Tutti vogliono Flash su iPhone e iPad
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore