Il telescopio va a banda larga

NetworkProvider e servizi Internet

La connessione superveloce consentirà di trasmettere più facilmente immagini ad alta risoluzione

IL SUCCESSORE di Hubble, il James Webb Space Telescope, che verrà lanciato nello spazio nel 2013, si avvantaggerà di una n uova tecnologia di comunicazione dei dati estremamente veloce.

Si tratta di un adattamento della tecnologia Spacewire sviluppata dall’ESA, l’agenzia spaziale europea, che consiste nell’uso di chip a basso consumo capaci di trasmettere segnali all’impressionante velocità di 200 megabit al secondo, oltre venti volte più veloce di una normale connessione a Internet in fibra ottica.

Tutte le missioni spaziali future della NASA e dell’ESA useranno quindi il sistema SpiceWire, che diventerà uno standard capace di abbattere i costi delle missioni spaziali, che prima richiedevano anchge la progettazione di sistemi di comunicazioni ad hoc. La connessione superveloce consentirà di trasmettere più facilmente immagini ad alta risoluzione e di raccogliere e trasmettere più dati in poco tempo.

Altre informazioni le trovate qui .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore