Il terzo trimestre 2003 di Motorola

Workspace

Un fatturato di 6,8 miliardi di dollari, + 5% rispetto al terzo trimestre 2002.

Motorola ha annunciato un fatturato di 6.8 miliardi di dollari nel terzo trimestre 2003 ed utili netti di 116 milioni di dollari, o 0.05 dollari per azione, secondo i principi GAAP (general accepted accounting principles). Questo risultato rappresenta una crescita del 5% rispetto al fatturato di 6.5 miliardi di dollari conseguito nel terzo trimestre 2002. Escludendo voci speciali, Motorola ha conseguito utili netti nel terzo trimestre 2003 di 132 milioni, o 0.06 dollari per azione, rispetto agli utili netti di 133 milioni, o 0.06 dollari per azione, conseguiti nel terzo trimestre 2002. Mike Zafirovski, Presidente e Chief Operating Officer di Motorola ha dichiarato: «Nel complesso il terzo trimestre è stato significativo per Motorola e ha segnato un momento positivo nei nostri settori di attività. Abbiamo continuato a generare flusso di cassa positivo, abbiamo ridotto sensibilmente il nostro debito netto e abbiamo aumentato le vendite del 5% e gli ordini del 25% rispetto all’anno precedente. Rispetto al 2002, 4 dei nostri 6 principali settori di attività hanno registrato un incremento nel fatturato e tre di loro un incremento negli utili operativi escludendo voci speciali. Rispetto al secondo trimestre di quest’anno, tutti e 6 i settori hanno ottenuto vendite più elevate e 5 di essi hanno aumentato anche gli utili operativi. Stiamo ottenendo adesso i primi risultati delle decisive azioni intraprese in un momento difficile per le industrie delle telecomunicazioni e dei semiconduttori che si protrae da tre anni.» Christopher B. Galvin, Presidente e Chief Executive Officer di Motorola, ha dichiarato: «Motorola non aveva più avuto una situazione economica così solida dal 1983, 20 anni fa. E questo non accade casualmente. Abbiamo generato 1,1 miliardi di dollari di flusso di cassa operativo positivo in questo trimestre. Un flusso di cassa di questo tipo è stato conseguito soltanto in altre 5 occasioni nei 75 anni di storia dell’azienda. Si tratta del frutto di un nuovo approccio dell’azienda concentrato su questo obiettivo e che ha avuto inizio tre anni fa. Siamo cresciuti continua il fatturato è aumentato del 5% e gli ordini del 25% rispetto all’anno scorso. I risultati finanziari sono soltanto uno degli indicatori del miglioramento a seguito della ristrutturazione avviata tre anni fa in una situazione congiunturale tra le più difficili per l’industria delle telecomunicazioni e dei semiconduttori». Secondo Galvin, la solidità finanziaria di Motorola con più di 7 miliardi dollari di liquidità, l’aspettativa di un flusso di cassa ancora positivo nel futuro, l’aumento delle vendite, il monitoraggio continuo dei costi, nuovi prodotti e nuove tecnologie di prossima commercializzazione, lo spin-off della divisione semiconduttori che genererà liquidità in entrata sono fattori di crescita per il futuro. Come riferisce Galvin, dopo la chiusura del trimestre all’inizio di ottobre, Motorola ha annunciato la decisione del Board of Directors di concentrare le attività nelle comunicazioni e nei sistemi elettronici e che la divisione semiconduttori sarà resa indipendente. Ulteriori informazioni su questa decisione saranno comunicate alla Securities and Exchange Commission (SEC). «Il Board of Directors ed io condividiamo le scelte sui settori di attività nei quali operare, anche se abbiamo vedute divergenti in merito al ritmo e alla strategia da seguire in questo momento di cambiamento. Durante la transizione verso un nuovo CEO, il management team dell’azienda sta lavorando con energia e in armonia per garantire al mio successore una piattaforma formidabile sulla quale continuare a prosperare. I nostri obiettivi sono la crescita nel lungo termine e il valore per gli azionisti di Motorola. Le nostre indicazioni per il quarto trimestre 2003 sono di un fatturato compreso tra 7,5 e 7,8 miliardi di dollari e di utili per azione compresi tra 0,08 e 0,12 dollari sulla base dei principi GAAP pari a un valore compreso tra 0,11 e 0,15 dollari escludendo voci straordinarie».

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore