Il Times Online al prezzo della versione cartacea

Management

Il Times Online sarà a pagamento dal 2010: non adotterà però la via dei micro-pagamenti, ma costerà esattamente quanto la versione di carta

La scommessa di vendere il Times Online al medesimo prezzo della versione cartacea, nè un penny di più né uno di meno, fa discutere. Rupert Murdoch ha sfidato Google e non ha perso tempo: l’online sarà a pagamento. Dopo aver recitato il requiem delle news gratis, il Times Online sarà a pagamento dal 2010: non adotterà però la via dei micro-pagamenti, ma costerà esattamente quanto la versione di carta (anche se la carta costa più della banda di una versione digitale: il supporto non conta? l’advertising online sarà presente o no?).

Il dibattito ferve, mentre il Censis anche in Italia fotografa la crisi della stampa: i giovani (una sorta di Bit Generation) preferiscono Facebook alla carta, e l’ info-sneacking (la possibilità di “spiluccare” news come sneack davanti al Pc) all’acquisto di quotidiani e periodici.

Il calo delle vendite e della pubblicità, sta minacciando la sopravvivenza della stampa così come l’abbiamo conosciuta fino ad oggi (il Quarto potere, ma anche una delle “gambe” delle democrazie occidentali). Anche Google sta studiando micro-pagamenti da associare al servizio Google News , mentre è in test Fast Flip per sfogliare le news online con grafica accattivante e advertising ad hoc.

Leggi: Google News e Books: Google apre agli editori

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore