Il touchscreen di Palm Pre conquista il Ces

MobilitySmartphone

In punta di dita, anche Palm scende in campo nell’arena touchscreen in maniera, finalmente, convincente: al Ces Palm svela Palm Pr e, il nuovo touchscreen per contrastare i rivali Apple iPhone, Blackberry Storm, ma anche Samsung, Htc e gli ultimi Nokia. Ma soprattutto Palm ha tolto i veli a WebOs, il nuovo sistema operativo (noto in codice come Nova), pronto per cavalcare l’onda del Web 2.0 e delle Web apps di terze parti, per sfidare Google Android, Apple, BlackBerry e Windows Mobile.

Il touchscreen si sfiora con le dita su un ampio display da 3,1 pollici, ma in più ha una tastiera a scomparsa. Inoltre è equipaggiato con Bluetooth, Wi-Fi, GPS, 8GB di memoria e una fotocamera da 3 Megapixel.

Video, caratteristiche e tutto quello che c’è da sapere su Palm Pre e WebOs

Al Ces di Las Vegas Palm gioca la sua ultima “fiche alla roulette” del mercato smartphone. Dopo una trimestrale in profondo rosso e un’ iniezione milionaria per assicurarsi la sopravvivenza, Palm gioca (forse) il suo ultimo asso nella manica: Palm Pre lancia la sfida a Apple iPhone, ma anche al Blackberry Storm, il primo touchscreen di Rim, e presto al Nokia della seria N da sfiorare con un dito. Per non parlare dei gioielli touchscreen di Samsung e Htc.

Ma Palm ha saputo conquistare il Ces 2009: Palm Pre, equipaggiato con Bluetooth, Wi-Fi, GPS, 8GB di memoria e una fotocamera da 3 Megapixel, è piaciuto agli addetti ai lavori. Scrive The Inquirer : “Pre ha il touchscreen su un ampio display da 3,1 pollici che presenta come prima schermata le applicazioni usate più spesso, per esempio il telefono, l’e-mail e l’agenda. A differenza dell’iPhone ha però anche una tastiera a scomparsa. Ma, come l’iPhone, quando questa è chiusa c’è un solo bottone visibile e tutto si può gestire con il movimento delle dita”.

E soprattutto ha incuriosito il suo nuovo sistema operativo: WebOs, noto con il nome in codice di Nova . Palm assicura che il sistema operativo è stato creato per semplificare l’uso del touchscreen, ma soprattutto per creare Web Apps di terze parti (quelle su App Store che hanno fatto la fortuna dell’iPhone di Apple). WebOs infatti sfrutta Web standard come Html, CSS, JavaScript e Ajax, in modo tale da rendere la vita facile agli sviluppatori del Web 2.0. Pandora, la famosa Internet radio, ha realizzato un’app per Palm Pre in tre giorni.

Fiore all’occhiello di WebOs sembra Synergy, in grado di aggregare informazioni dal Web 2.0: per esempio integra Facebook e i contatti di Microsoft Outlook i n una singola lista dei contatti, ma anche integra i calendari di un utente attraverso varie piattaforme in un’unica interfaccia.

Sotto il profilo hardware, Palm Pre è dotato del processore OMAP 3430 di Texas Instruments. In Usa Palm Pre sarà venduto da Sprint, ma non ha ancora un prezzo a listino. Anche se pare che non costerà meno dell’iPhone.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore