Il verdetto di Inquirer dopo un mese di uso della Playstation

AccessoriWorkspace

La grafica della PS3 non risente del solito aspetto scarno delle console
precedenti, al contrario è molto ricca ed emozionante

ABBIAMO GIOCATO con la Playstation 3 per oltre un mese e, considerando l’ampio numero di articoli che ne parlavano male, abbiamo pensato che in seguito al nostro test prolungato fosse utile dare un resoconto di come la console funziona effettivamente. La prima cosa che colpisce quando si toglie la console dalla sua confezione sono le proporzioni e il peso di questo bestione. I giapponesi devono veramente aver fatto fatica a farla stare nel suo involucro. In compenso è liscia, lucente e sexy, e certamente non sfigurerà accanto al vostro nuovo e bellissimo Bravia. Parte del notevole peso è determinato dal fatto che ha al suo interno un voluminoso alimentatore di corrente, che sviluppa anche molto calore, ma è comodo avere tutto in uno stesso alloggiamento. All’accensione, sullo schermo appare un simpatico logo della Sony Computer Entertainment accompagnato da un motivo musicale che in seguito rimane come sottofondo dell’interfaccia principale. Quest’ultima è l’evoluzione dell’interfaccia XMB comparsa per la prima volta con la PSP. Non è la migliore interfaccia che si sia vista finora, ma fa il suo dovere e permette di accedere rapidamente a tutte le funzioni. Ha un aspetto luccicante come tutto il resto della console. La novità che colpisce di più nell’interfaccia è l’opzione d’accesso allo store online. È stato fatto un grande passo in avanti rispetto ai primi sforzi di Sony per implementare correttamente una interfaccia online per console. Spesso si esalta la leaderphip di Microsoft in questo campo, ma lo store Playstation Network è nettamente superiore al guazzabuglio delle offerte di Microsoft per la sua Xbox 360. Lo store della Playstation assomiglia a una pagina web ben disegnata, la navigazione è agevole ovunque, i prodotti presentati brillantemente e tutto si trova in un solo spazio. Microsoft dovrebbe prendere lezioni dall’ottimo esempio di Sony prima di allestire uno store online. Con l’iscrizione al Playstation Network, una copia in Blu-ray del film di James Bond Casino Royale ha fatto capolino sul nostro schermo per diversi giorni. Abbiamo apprezzato molto l’implementazione Blu-ray del dispositivo e, avendogli abbinato un telecomando acquistato a parte, abbiamo navigato on facilità all’interno del film, che poi abbiamo visto con grande soddisfazione su un HDTV. La differenza tra il DVD e il nuovo formato HD si nota subito e la PS3 fa un ottimo lavoro di playback con pochissimi disturbi. Di nuovo sarebbe bene che Microsoft tenesse conto che la 360 è praticamente inutilizzabile come dispositivo di playback. In passato siamo sempre stati severi nel giudicare le Playstation per le loro peculiari caratteristiche grafiche. Va invece detto che la grafica della PS3 non risente del solito aspetto scarno delle console precedenti, al contrario è molto ricca ed emozionante. Detto questo, per ora non ravvisiamo nessun vantaggio particolare in termini effetti grafici della PS3 rispetto alla Xbox 360. Abbiamo provato a giocare con alcuni dei giochi scaricabili dalla rete; Flow è molto bello e divertente da usare sulla tavoletta inclinata Sixaxis, ma la maggior parte del nostro tempo l’abbiamo trascorso a giocare con Motorstorm e Resistanc e. Resistance sta facilmente alla pari con la maggior parte dei migliori sparatutto in prima persona reperibili attualmente. Motorstorm è proprio divertente da giocare ma la martellante colonna sonora è un ottimo sistema per provocare il mal di testa. Vorremmo soltanto che esistesse l’opzione per aggiungere una colona sonora a propria scelta. Noi ci metteremmo subito Dune buggy. Non siamo stati particolarmente colpiti dai joypad Sixaxis. Il pad potrebbe essere un po’ più pesante e il design non è ancora all’altezza di quello della 360. Come qualsiasi dispositivo per sparatutto, causa dei fastidi alle mani anche dopo aver giocato per un breve tempo. Il sensore di inclinazione ci è sembrato decisamente troppo sensibile. Speriamo che col passare del tempo questa cosa venga corretta nei successivi SDK, ma certamente non è come Wiimote. Nel complesso abbiamo ricavato una buona impressione dalla console. È elegante, potente e silenziosa, i giochi sono superlativi e la parte online è realizzata in modo eccellente. Ma vale il suo prezzo? No. Conviene farsi una vacanza in Giappone e prenderne una a metà prezzo, come abbiamo fatto noi, oppure aspettare che il prezzo scenda.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore