Il VoIP è in crisi, scaduto il termine per estendere le chiamate al 911

MobilityNetworkWlan

Le aziende che si occupano di telefonia via Internet stanno attraversando un duro periodo. Dall’entusiasmo della loro nascita si sta passando a una velata forma di crisi originata anche dalle scadenze imposte dalla FCC

WASHINGTON DC, WA (USA). Le societa’ che forniscono servizi di telefonia via Internet non saranno piu’ in grado di stipulare contratti con nuovi utenti, poiche’ questa era la ‘sanzione’ per non aver ottemperato all’obbligo imposto dalla Federal Communications Commission (FCC) di estendere a tutti i propri clienti la possibilita’ di telefonare gratuitamente ai numeri di emergenza. L’obbligo e’ stato imposto con grande rigidita’ dalla FCC che ha stabilito tempo fa un termine di 120 giorni, affinche’ ciascun operatore VoIP facesse il possibile per portare a tutti gli utenti le telefonate al 911. Il suddetto termine e’ scaduto lunedi’ scorso e alcune aziende non hanno ancora completato i lavori. Fra le societa’ in ritardo vi e’ anche Vonage, che ha un milione circa di utenti, e AT&T, che di clienti ne ha circa 57.000. La FCC non si e’ ancora pronunciata sugli ulteriori sviluppi della faccenda, ma sono gia’ molti i commentatori secondo cui questa vicenda sta sta seriamente trascinando in un baratro burocratico l’entusiasmante corsa della telefonia via Internet.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore