Il Web 2.0 Expo a San Francisco

Management

Fino al 18 aprile si svolge il convegno mondiale sul tema del social
networking. Ma c’è chi già parla di Web 3.0

Al Moscone West di San Francisco è in corso fino al 18 aprile

Web 2.0 expo, il convegno mondiale focalizzato sul social networking. Dedicato a tutti coloro che vogliono conoscere ed approfondire le innumerevoli potenzialità offerte dal Web 2.0, l’Expo mostra come interattività, personalizzazione, mobilità e contenuti generati dagli utenti (Ugc) stiano modificando la Rete. Al centro del Web 2.0 sono gli utenti. Google, Cisco, News Corp lo sanno benissimo. Amazon prepara il lancio dei Web Services che includono: Simple Queue Service, messaggistica hosted per applicazioni Web; Elastic Compute Cloud, detto EC2, che offre virtual private server; e Simple Storage Service, chiamato S3. Anche Reply, presso il Booth 2.2.2, presenta all’Expo di San Francisco i propri servizi in ambito web 2.0; da quelli legati al mondo del social networking e content sharing (video, photo and knowledge sharing, audio journaling), ai servizi di portal aggregation e service delivery platform (service assembly, tagging, rendering, publishing, rating, media asset management) per arrivare a quelli di mobile 2.0 (video/image upload and sharing, Instant Messaging robot). TopQuadrant and Franz hanno dato un assaggio del Web 3.0, mostrando un ambiente di sviluppo e database di Web semantico (che cioè non cerca solo una keyword, ma anche sinonimi e significati precisi e puntuali): TopBraid Composer combinato con AllegoGraph 64-bit RDF Store database.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore