Il WiFi pubblico avrà una password unica

MobilityNetworkWlan
Corte di Giustizia UE: WiFi con password per evitare abusi
5 18 Non ci sono commenti

Da ottobre verrà lanciata la password unica per connettersi agli hotspot pubblici. La nuova bozza del decreto Comunicazioni prevede un’unica password per tutti i wifi pubblici, che spaziano da amministrazioni comunali a provinciali, da enti a società statali. La bozza del decreto comunicazioni, datata primo giugno, prevede che “entro il 30 ottobre del 2015 il

Da ottobre verrà lanciata la password unica per connettersi agli hotspot pubblici. La nuova bozza del decreto Comunicazioni prevede un’unica password per tutti i wifi pubblici, che spaziano da amministrazioni comunali a provinciali, da enti a società statali.

In futuro Wifi pubblici con password unica
In futuro Wifi pubblici con password unica

La bozza del decreto comunicazioni, datata primo giugno, prevede che “entro il 30 ottobre del 2015 il sistema pubblico per la gestione dell’identità digitale di cittadini e imprese (…) è utilizzato per l’accesso ai servizi wifi messi a disposizione dalla Pubblica amministrazione su tutto il territorio nazionale”.

Infine ricordiamo i consigli di F-Secure quando ci colleghiamo a hotspot pubblici. Il vendor di sicurezza sconsiglia di usare smartphone e tablet – con una connessione pubblica – per accedere a dati sensibili come il conto online, la posta elettronica o per registrarsi su una piattaforma, a meno di non adottare misure di sicurezza extra.

F-secure suggerisce di: aprire una casella mail ad hoc per comunicare quando si utilizza il wifi pubblico, compresi gli internet cafè; impedire a smartphone o tablet di collegarsi automaticamente a hotspot pubblici, che potrebbero trafugare i dati di ignari utenti; eliminare i punti di accesso Wifi pubblici quando si torna a casa; non collegarsi ad applicazioni e siti sensibili durante i viaggi; configurare una password diversa per ogni account; per chi possiede un portatile, disabilitare la condivisone dei file ed attivare il firewall per bloccare le connessioni in entrata; utilizzare una rete Vpn (Virtual private network), anche per connettersi anche a Wifi pubblico; sfruttare un router portatile, con una sim prepagata, per creare la propria rete wifi personale; infine, connettersi a siti con indirizzo Https.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore