Il WiMax italiano partirà da luglio

MobilityNetworkWlan

La banda larga senza fili di AriaDsl passerà dalla teoria alla pratica tra poche settimane, completando la copertura totale dell’Umbria

Questa estate chi andrà in vacanza in Umbria avrà a disposizione una connessione in più: il WiMax. La banda larga senza fili di AriaDsl ha compiuto tutti gli a dempimenti di legge

delle frequenze

messe a disposizione dal Ministero delle Comunicazioni, come è stato annunciato al convegno Wlan Business Forum 2008. La società umbra che si prepara ad aprire la sua sede legale ed amministrativa a Todi e quella operativa a Marsciano, èl’unica società che ha ottenuto la licenza WiMax su tutto il territorio nazionale.

AriaDsl ha messo sul piatto ben 45 milioni di euro per poter concorrere in tutte le aree macro-regionali e ha scelto per il mercato italiano lo standard 16e, già predisposto per il WiMax mobile.

In Umbria sono già avviate le sperimentazioni reali per verificare le funzionalità del servizio: la copertura totale della regione è prevista entro il mese di luglio.

La l otta anti Digital Divide in Italia prenderà le mosse dall’Umbria, nel Centro Italia. Grazie a un’alleanza commerciale tra l’azienda Aft-Linkem e l’emittente locale Telebari, invece Bari sperimenterà il WiMax da giugno .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore